Reflusso

23 febbraio 2020

Reflusso




19 febbraio 2020

Reflusso

Ho 41 anni e storicamente ho sempre sofferto di reflusso e nell’ultima gastroscopia che risale a maggio del 2014 mi è stata diagnosticata un ernia iatale da scivolamento.
Dal 2014 ad oggi sono stato abbastanza bene, nell’ultimo anno ho cominciato ad avere episodi di tachicardia notturna (all’inizio più di rado, ultimamente 5 episodi in due mesi), praticamente mi sveglio nel cuore della notte con un forte senso di agitazione e con un battito cardiaco che a volte supera i 100 battiti al minuto.
Negli ultimi due mesi a questi episodi di tachicardia notturna si associano altri sintomi, nausea, eruttazione continua a volte mentre altre volte ho la sensazione di avere aria in eccesso nello stomaco e non riuscire ad espellere, spossatezza, pressione all’altezza del petto e ultimamente ho tosse intermittente e raucedine. (gli ultimi due sintomi non so se sono legati al raffreddore che ho avuto in questi giorni).
Sono stato dal mio medico di famiglia che mi ha prescritto esomeprazolo da 40 mg da prendere al mattino a stomaco vuoto e un antiacido la sera prima di coricarmi da prendere per due mesi, ma dopo 20 giorni di trattamento non noto nessun miglioramento.
Le chiedevo un suo parere in merito e se i sintomi sopracitati (tachicardia notturna) potrebbero indicare una patologia cardiaca.
La ringrazio anticipatamente e le porgo distinti saluti.


Risposta del 23 febbraio 2020

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


E' probabile che lei abbia una certa predisposizione ad avere episodi di tachicardia di fronte a qualche stimolo neurovegetativo che proviene dall' apparato digerente, come può accadere in caso di reflusso. Non per questo si deve intendere che il cuore è malato. La terapia per il reflusso è corretta : aspettiamo che faccia effetto.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Vedi anche:


Ultimi articoli
Un batterio per amico
21 febbraio 2020
Quiz e test della salute
Un batterio per amico
Emorroidi
16 gennaio 2020
Patologie mediche
Emorroidi
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube