Reflusso gastroesofageo

10 maggio 2007

Reflusso gastroesofageo




07 maggio 2007

Reflusso gastroesofageo

sono una donna di 31 anni, ho da tempo problemi, probabilmente legati allo stress, di gastrite e reflusso gastroesofageo, inizialmente con bruciori nel tratto della laringe, ora invece con forti dolori al torace. Ho gia eseguito gastoscopia con risultato di una gastrite cronica con reflusso, ho eseguito anche un rx al tubo digerente con doppio contrasto che non ha evidenziato ernie. Ho portato per un giorno un'apparecchio per il cuore che non ha evidenziato niente di proccupante, esami del sangue praticamente perfetti tranne il colesterolo a 230 con un hdl a 80. Ho provato una terapia per 5 mesi pariet piu peridon, dopo la quale si è verificata una orticaria probabilmente dovuta al pariet. In seguito ho provato con axagon 20mg. Ora ho il gaviscon sempre nella borsa e quando ne ho bisogno lo prendo. Ho fatto le intolleranze alimentari mi hanno messo ha dieta per qualche mese togliendo zuccheri grano e latticini. Con risultati pessimi. . . Ansie e crisi di panico. Ho ricominciato ad inserire un pò di tutto facendo di testa mia mangiando poco di tutto poco pane e latticini e zuccheri raffinati. Non so più a che santo votarmi, perche più passa il tempo e piu la gastrite è legata all'ansia. Volevo provare con cure alternative ho provato con l'aloe con risultati discreti. Ora mi ahnno consilgiato la papaya ma so che puo avere contorindicazioni. è vero?un'altro consiglio? grazie per il tempo dedicatomi

Risposta del 10 maggio 2007

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Se la gastroscopia ha evidenziato la presenza di reflusso, le consiglio di continuare la terapia con l'inibitore di pompa che lei tollera. Credo che abbia fatto bene a riprendere una dieta normale. Il colesterolo a 230 rientra nei limiti della norma e con l'HDL a 80 non deve temere nulla. Non vedo che controindicazioni possa avere la papaia. Poiche' lei stessa riconosce di essere molto ansiosa, puo' provare ad aggiungere alla terapia blandi tranquillanti, com, per es. , 1 cpr. di Lexil prima dei due pasti principali.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Universitario
Specialista in Cardiologia
Specialista in Gastroenterologia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa