Ricaduta ed efficacia paroxetina

29 ottobre 2015

Ricaduta ed efficacia paroxetina


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


23 ottobre 2015

Ricaduta ed efficacia paroxetina

Gentili Dottori,

mi trovo a scrivervi di nuovo poiché ;, purtroppo, sto attraversando nuovamente una forte crisi ansiosa.
Ho seguito una cura di paroxetina per quasi 2 anni, contraddistinta da aumenti e riduzione della dose a seconda dei vari picchi di Ansia (arrivando ad un massimo di 40mg nelle fasi più acute e ad un minino di 10 come mantenimento nelle fasi di benessere ).
4 mesi fa, ho scoperto di essere incinta e, d'accodo con il medico, ho iniziato a scalare il farmaco da 10mg, passando a 5mg fino ad arrivare alla sospensione. E'passato poco meno di un mese e, ahimé ;, dopo un forte periodo di stress dovuto ad un lungo viaggio di lavoro, mi sono ritrovata vittima dei miei soliti ed invalidanti sintomi: forte senso di angoscia/oppressione alla testa, una specie di sensazione mentale ossessiva di panico da cui sento di non poter sfuggire e che mi causa fortissima angoscia. Il problema più grande è la paura di potermi fare del male perchè provo la sensazione che non ci sia via d'uscita dalla sensazione di angoscia presente nella mia testa.

In passato questi periodi di crisi sono sempre stati risolti con successo, grazie alla paroxetina.
Naturalmente, dopo vari consulti con il ginecologo, il neurologo e specialisti del telefono rosso, abbiamo deciso di ricominciare il trattamento con paroxetina 20mg al giorno. Sono 10 giorni che la assumo e mi sembra che i sintomi si siano leggermente aggravati, invece di migliorare. Dato che la sospensione del farmaco è durata solo un mese, non dovrebbero farsi sentire prima gli effetti benefici della paroxetina? Devo comunque aspettare le solite 3-4 settimane, anche se è un farmaco che prendo da due anni intervallato solo da una breve pausa?

Grazie a chi vorrà rispondermi.

Risposta del 29 ottobre 2015

Risposta a cura di:
Dott. MARCO PAOLEMILI


Ha fatto bene a riprendere il farmaco. Il fatto che lo abbia spospeso per poco tempo non Influenza i disturbi che sta avendo adesso. Dovrà aspettare almeno un paio di settimane per vedere i primi risultati. L'aggravamento dei sintomi è temporaneo.

Dott. Marco Paolemili
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Ricercatore
Psicoterapia
Specialista in Psichiatria
Roma (RM)

Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Il diario giornaliero dell'umore, un aiuto per il paziente depresso
Mente e cervello
17 giugno 2021
Notizie e aggiornamenti
Il diario giornaliero dell'umore, un aiuto per il paziente depresso
Covid-19, neomamme: aumentate le visite di salute mentale
Mente e cervello
16 giugno 2021
Speciale Coronavirus
Covid-19, neomamme: aumentate le visite di salute mentale
Alzheimer: le farmacie amiche delle persone con demenza
Mente e cervello
12 giugno 2021
Notizie e aggiornamenti
Alzheimer: le farmacie amiche delle persone con demenza