Ricanalizzazione dopo chiusura ileostomia

20 novembre 2017

Ricanalizzazione dopo chiusura ileostomia




18 novembre 2017

Ricanalizzazione dopo chiusura ileostomia

Salve in seguito ad una Diverticolite acuta con ascesso perivescicale ho subito una resezione laparoscopica del retto-sigma con drenaggio di ascesso e resezione bassa del retto e confezionamento di ileostomia di protezione. Il 29 Settembre 2017 è stata eseguita la ricanalizzazione e Chiusura ileostomia. In questi due mesi ho avuto diverse scariche di diarrea il giorno 21 ottobre avendo anche dolori epigastrico nausea e diarrea continua mi sono recato al pronto soccorso dove sono stato operato dopo una serie di esami e RX mi viene diagnosticata : STENOSI ANASTOMOTICA IN ESITI DI EMICOLECTOMIASX VDL. Mi viene prenotata per il giorno seguente una Rettoscopia x Dilatazione : Descrizione procedure intervento: Esame condotto fino a visualizzare L'anastomosi colo-rettale che appare stenotica, transitabile con difficoltà dallo strumento. Posizionato Filo guida a monte si procede agevolmente a dilatazione con Savary fino al calibro di 18 mm. controllo successivo il 15/11/2017 Descrizione ; Esame condotto fino oltre L'anastomosi colo-rettale che appare ancora leggermente stenotica ma superabile dallo strumento senza difficoltà. Ciononostante si procede a dilatazione con Savary fino al cal. 18 mm. controllo al 13/12/2017. Volevo sapere se la dilatazione di cui si parla 18 mm è il massimo che si può raggiungere, anche perché continuo ad avere episodi di scariche di diarrea ? Mi risponda se possibile tramite email Grazie mille Cordiali saluti

Risposta del 20 novembre 2017

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


La dilatazione con il "Savary" è più sicura, ma non può oltrepassare un certo limite. 18 mm possono essere sufficienti per un buon passaggio delle feci. Una dilatazione maggiore può essere fatta con il
palloncino ma vi è il pericolo di ledere i tessuti. Quindi va valutata da un endoscopista esperto. Non ho elementi per spiegare le scariche di diarrea, ma almeno per ora è meglio avere feci liquide piuttosto che dure.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)
Risposta del 20 novembre 2017

Risposta a cura di:
Dott.ssa MADDALENA ZIPPI


le stenosi dell'anastomosi non sono rare. bisogna eseguire piu' sedute di dilatazione, anche oltre 18 mm.

Maddalena Zippi
Medico Ospedaliero
Specialista in Gastroenterologia
Roma (RM)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio

Tags:


Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa