Richiesta informazioni

09 aprile 2006

Richiesta informazioni




06 aprile 2006

Richiesta informazioni

ho 30 anni 10 anni fa mi hanno diagniosticatola presenza di nodulimeningiomatosi a livello d2 d3 ho effettuato 4 interventi chirurgici dal 1995 al 1998 xche i meningiomi erano recidivanti. L'esame istologico ha rilevato la presenza di meningiomi endoteliomatosi, mi sono stati tolti in parte xche una parte di essi è attaccata al midollo. Abbiamo cosi deciso di intrapendere la cura con il mifepristone. Nel 1999 ho avuto una gravidanza senza problemi. Dal 2002 sono subentrati altri problemi:infezioni riccorrenti vie urinarie con presenza di KLEBSIELLA PNEUMARIAE, ESCHERICHIA CALI, ENTEROCOCCO PROTEUS MIRABILIS. Tampone vaginale positivo x ureaplasmia, le infezioni sono durate 8 mesi e nella ecografia hanno diagniosticato presenza di spot iperecogeni. La gastroscopia ha riscontrato un papilloma virus mi sono rivolta ad un altro chirurgo il quale mi ha riscontrato non papilloma virus ma cisti delle ghiandole corpo-fundiche(sono state asportate)Nelle successive gastroscopie è stata evidenziata una duodinite nodulare ed un edema a livello dell'esofago(l'ultimo esame risale al 2003). Hanno evidenziato nel sangue citomegalovirus igg 13. poi e subentrata una faringite tonsillite cronica. Da circa 2 anni prendo solo antibiotici cefalosporine xche sono intollerante ai fluoro chinoloni. Nei tamponi fatti a volte è risultato strafilococco, però nel sangue il titolo è inferiore a due, mentre il titolo antistreptolisinico è attualmente a 570 con ves normale pcr normale c3 c4 normali immunoglobuline normali, tenga presente pero che il tampone è risultato sempre negativo per strptococco beta emolitico. L'estein barr è alterato ma sembrerebbe x una passata infezione. Il ciclo è da circa un anno irregolare e meno abbondante. Il ginecologo ha evidenziato una piaghetta nel collo dell'utero, il pap test negativo, dal capezzolo dx fuoriesce liquido lattescente(senza sangue)Ho fatto ecografia dove è presente un quadro fibro-nodulare da entrambe le parti ma senza noduli sospetti. Sotto ascella dxc'è un linfonodo reattivo, dai rx si è vista una lieve accentuazione del disegno soprattutto in sede basale dx, l'esame della prolattina è normale. In questo momento faccio iniezioni di diaminoxillina ogni 12 giorni, le tonsille sono ancora coperte da puntolini bianchi, ho bruciore alle ossa delle gambe(dimenticavo di dirli che da 2 anni mi hanno riscontrato tramite rm senza contrasto ernia discale a livello l5 s1 con disidratazione del disco. Non riesco piu a svolgere le normali attività, devo mangiare in piedi xche non riesco a stare seduta. Sono fortemente spaventata che tutto questo si tratti di metastasi. Il titolo antistreptolisinico in questo caso cosa puo significare?quali sono gli esami da fare?P. S nell'emocromo sono alterate laconc. Emoglob. Corp. Media 37 e pdw 66, fattore rematoide normale, pcr normale ves normale proteine elettroforesi normali. Ho un bambino di 6 anni e voglio trovare una via di uscita a questa situazione. . . . . . . Aspetto la sua risposta. cordiali saluti monica cinquini,

Risposta del 09 aprile 2006

Risposta a cura di:
Dott. ALBERTO MOSCHINI


Cara Monica, i meningiomi crescono molto piano nel tempo, sono tumori benigni, l’unica cosa è il riconoscimento prematuro. (
Quello che più la disturba, è la sequenza delle infezioni, su queste veramente si può incidere con la medicina biologica. Esiste una progressione nelle infezioni che determinano poi l’infiammazione, responsabile di tutti quei sintomi vaghi e aspecifici, che disturbano enormemente le persone e rendono la loro vita difficile. Per individuare la loro origine, si hanno a disposizione esami strumentali efficacissimi, come la TOMEEX e l’analisi corporea, oltre ad altri esami strumentali di medicina biologica.
Nel suo caso, Streptococco e virus di Epstein-Barr, hanno permesso non solo l’ingresso, ma anche l’infiammazione dei vari batteri come Gardenella, ureapl Asma, staphilococco, da qui tutte le patologie seguenti. Anche il papilloma virus è responsabile non solo delle escrescenze nei vari organi, ma anche della piaghetta del collo dell’utero. (anche i meningiomi sono escrescenze, ma in letteratura non esiste niente a proposito, è solo una ipotesi personale).
Praticamente, bisogna individuare quale dei due, streptococco o Epstein-Barr, abbiano maggiore Influenza, poi stimolare il sistema a portarli via.
Il disturbo della mammella è inerente all’HPA e PNEI, ma ha sempre bisogno di riscontro con ecografia.
Per il Papilloma virus, la medicina omeopatica ha ottimi farmaci che stimolano il sistema immunitario a portarlo via.
Se si cerca di aggredire ogni volta i sintomi accessori, si conclude poco, a malattia ritorna anche in maniera più grave, bisogna interrompere il ciclo, stimolando il sistema a difendersi meglio. Sicuramente si ottengono lentamente buoni risultai.
Anche per gli esami del sangue, vanno analizzati accuratamente secondo i dati clinici, spesso ho riscontrato che esami che apparentemente erano negativi, analizzati più attentamente, indirizzavano verso esami più specifici.

Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia, agopuntura. . . )
MASSA (MS)

Risposta del 09 aprile 2006

Risposta a cura di:
Dott. TONINO GRASSO


Le consiglio:

- una RMN della colonna vertebrale (per stabilire con certezza l'origine dei disturbi agli arti inferiori, che comunque NON sono dovuti a metastasi).
- una galatto-duttografia per escludere patologie per cui potrebbe essere necessaria una diagnosi precoce, che così sarebbe assicurata e permetterebbe una ottimale soluzione del problema.
- dosaggio degli anticorpi per Papillomavirus, per sapere se le conviene fare il Pap-test una volta l'anno
- eseguire un tampone faringeo per la ricerca di Candida Albicans (possibile la sua sovrapposizione dopo così prolungate cure antibiotiche. Potrebbe essere opportuono e risolutivo l'antimicotico, )

Non le consiglio:

- di insistere con gli antibiotici per il TAS alto che non deve preoccupare in assenza di altri segni della "Malattia Reumatica". L'uso cronico di antibiotici favorisce le infezioni da batteri non sensibili e produce ceppi resistenti di batteri prima sensibili.

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)

Ultime risposte di Malattie infettive

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa