Rifiuto della sessualità

17 febbraio 2006

Rifiuto della sessualità




14 febbraio 2006

Rifiuto della sessualità

Ho un grosso problema:ho una paura tremenda del contatto fisico e pertanto rifiuto completamente la sessualità. Ciò mi impedisce di avere una vita sentimentale normale ed infatti nonostante io abbia 25 anni non sono mai uscita con un ragazzo perchè anche l'idea di un semplice bacio mi atterisce. A sentire i miei coetanei il sesso sembra essere la cosa più naturale del mondo, mentre io non riesco a non pensarlo come qualcosa di terribilmente angosciante. Anche quand'ero più piccola avevo delle idee un po' distorte in merito, però pensavo che da adolescente fosse normale avere dei dubbi e delle paure in proposito e che con il tempo tutto si sarebbe sistemato, invece più il tempo passa e più le mie paure si accentuano, anche perchè ora si è aggiunto un senso di imbarazzo verso i miei coetanei per il fatto che non ho un minimo di esperienza e mi comporto di conseguenza in modo un po' infantile, temendo pertanto di essere presa in giro e giudicata male. Purtroppo anche se sento l'esigenza di avere una relazione affettiva, la paura verso ciò che riguarda la sessualità e l'imbarazzo per la mia situazione sono più forti e mi portano ad isolarmi e a fuggire di fronte alle occasioni d'incontro. Non riesco a capire cosa effettivamente mi spaventi, so solo che pensare di avere un rapporto fisico con un ragazzo mi terrorizza e a dire il vero anche solo sentir parlare di sesso mi disturba parecchio(anche scrivere questa mail è stato difficile). Forse vale la pena di sottolineare che sono una persona molto timida ed insicura in generale e che ho sempre sofferto per il fatto che mia madre è una persona molto fredda e indifferente nei miei confronti. Da cosa potrebbe essere causato questo blocco nei confronti della sessualità?E' possibile superarlo?Ringrazio anticipatamente per la risposta.

Risposta del 17 febbraio 2006

Risposta a cura di:
Dott.ssa MARIA ADELAIDE BALDO


Le cause di in blocco come quello di cui soffre lei possono essere svariate: caso per caso vanno individuate.
Sicuramente lei soffre per una situazione che subisce: infatti diverso sarebbe se lei non sentisse alcun bisogno di sessualità. Ci sono persone che non sentono questo bisogno ma vivono benissimo, convogliando le proprie energie mentali ed affettive verso altre mete.
Lei invece non è contenta e sente una mancanza profonda: vorrebbe un affetto, un amore ma non sa come superare la paura.
Farebbe bene a rivolgersi ad uno psicoterapeuta: sicuramente con un percorso di conoscenza di sè lei riuscirà a riorganizzare la sua emotività e a superare il blocco che la fa soffrire.
E' anche molto giovane e questo è sicuramente un vantaggio perchè la sua psiche è ancora plastica e pronta al cambiamento.
In bocca al lupo!

Dott. Ssa M. Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)

Ultime risposte di Mente e cervello


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube