Rischio embolia per lunghi viaggi aerei

07 novembre 2004

Rischio embolia per lunghi viaggi aerei




Domanda del 03 novembre 2004

Rischio embolia per lunghi viaggi aerei


Mi è stato diagnosticato uno "shunt ds>sin di tipo II" ritenuto lieva: ho pertanto ottenuto l'idoneità alla pratica sportiva (triathlon): A breve partirò per l'Australia dove effettuerò un "ironman"(km.3,8 nuoto - km.180 bici - km.42 corsa):ne ho già effettuato un altro in Europa senza problemi. Dovendo ora prendere l'aereo per il ritorno in Italia 24 h dopo il termine della gara, che comporta notevole perdita di liquidi e presumibilmente riduzione della fluidità del sangue, chiedo se vi sono particolari precauzioni da adottare per evitare il rischio di embolia (in considerazione della sommatoria di 3 circostanze: lungo viaggio aereo, lieve shunt, probabile disidratazione). Anticipati ringraziamenti
Risposta del 07 novembre 2004

Risposta di RAFFAELE CANALI


Penso che ragionevolmente si possano attuare le seguenti strategie:
1.Adeguata idratazione post gara e durante il viaggio
2.Contrazioni della muscolatura delle gambe per qualche minuto ogni ora, e alzarsi di tanto in tanto per " sgranchirsi le gambe"
3.Eventuale assunzione il giorno della partenza di "aspirina " a piccole dosi(100mg) come antiaggregante.
Questi erano i consigli dati da una importante compagnia aerea americana.
Comunque un parere cardiologico è sempre indicato.In bocca al lupo per la competizione!

Dott. Raffaele Canali
Medicina generale convenz.
Specialista attività privata
DESIO (MI)



Il profilo di RAFFAELE CANALI
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Ultime risposte di Malattie infettive



Potrebbe interessarti
Pertosse
Malattie infettive
10 settembre 2018
Patologie
Pertosse
Il soggiorno marino in spiagge tropicali
Malattie infettive
19 agosto 2018
Libri e pubblicazioni
Il soggiorno marino in spiagge tropicali
Morsi di zecca, come comportarsi
Malattie infettive
17 agosto 2018
Notizie e aggiornamenti
Morsi di zecca, come comportarsi