Risonanza magnetica

30 aprile 2006

Risonanza magnetica




27 aprile 2006

Risonanza magnetica

Gentile professore, nel mese di Gennaio 2004 mio fratellino di anni 15 oggi ha effettuato una risonanza con il seguente esito:
" L'esame disturbato da artefatti da movimento dimostra disformismo dei ventricoli laterali soprattutto a carico dei comparti posteriori. Il volume dei ventricoli non appare significatamente aumenato.
I solchi e le cisterne sono regolari.
Si osserva modesto ampliamento degli spazi subaracnoidiei in corrispondenza della punta del lobo temporale sx, si direbbe di tipo compensatorio. I vasi del circolo di willis sono regolari.
In sede periventricolare soprattutto in regione parietale posteriore ed occipitale si osserva iparintensità diffusa della sostanza bianca periventricolare associta a piccoli focolai di elevato segnale in T2 nella sostanza bianca sottocorticale soprattutto a dx.
Le tonsille cerebellari sono in sede,
L'aquedotto è pervio.
Si segnala quadro di empty sella.
In conclusione l'esame ha dimostrato disformismo dei comparti posteriori dei verticoli laterali e alterazione di segnale della sostanza bianca periventricolare parietale bilateralmente compatibili con esiti di lesioni neonatali o congenite. "
Mio fratello pur avendo una buonissima memoria ed una discreta intelligenza, non riesce a fare bene delle cose banali come allaciarsi le scarpe o tagliare la pizza o giocare al pallone, ha paura dei forti rumori e fa fatica ad orientarsi.
Ha una sensibilità molto marcata e ciò lo mette ancora più adisagio con i compagni che lo scansano per i suoi limiti.
Quante di queste cose sono migliorabili e come.
Ed esettamente cosa può aver provocato questa situazione che comunque ha dalla nascita?

Risposta del 30 aprile 2006

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI MIGLIACCIO


Non è facile rispondere. E' necessaria una visita presso un Neurologo e valutare eventuali test psicometrici.
L'esame NMR sembrerebbe poco significativo, ma senza poterlo esaminare direttamente è arduo dare una risposta.
L'empty sella al momento sembra clinicamente muta e così potrebbe rimanere a lungo.
Si consulti pertanto con un neurologo
Mi faccia sapere, se crede
Cordialmente

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Mente e cervello


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube