Risposta al prof.tittobello

27 settembre 2016

Risposta al prof.tittobello




25 settembre 2016

Risposta al prof.tittobello

Professore buongiorno, lei mi ha chiesto delle aderenze, in realtà era l'ennesima diagnosi non veritiera aderenze non ce ne erano e il dolore e continuato circa un anno, ora la diagnosi e'sindrome del colon irritabile ma io non trovo sollievo in nessuna cura, il dolore persiste tutto il giorno tutti i giorno
esami rx addome rsm addome ecografia addome colonscopia tutti negativi
cordiali saluti

Risposta del 27 settembre 2016

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Alla diagnosi di colon irritabile di solito ci si arriva quando - eseguiti tutti gli esami possibili - non si trovano lesioni " organiche ". Ma il colon è un organo molo complesso, costituito da una muscolatura soggetta facilmente a spasmi (quindi dolorosi ), da una mucosa che può essere fonte di dolore se infiammata, da una flora batterica importantissima, fonte di disturbi se non è in giusta proporzione, da un foglietto peritoneale esterno, che se viene " stirato " provoca dolori molto forti. La soluzione, quindi deve basarsi sempre sul mantenere sana la flora batterica (con i comuni probiotici ), nell'evitare una eccessiva formazione di aria (con uno dei tanti prodotti, dal carbone al simeticone) ed eventualmente nell'uso di blandi antispastici.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube