Risultato pap test: metaplasia

17 dicembre 2018

Risultato pap test: metaplasia




Domanda del 22 ottobre 2018

Risultato pap test: metaplasia


Volevo informazioni riguardo pap test eseguito l'anno scorso alla quale negativo, ma nelle note risulta metaplasia con infiammazione moderata. Il medico mi ha dato come cura degli ovuli, e sulle note del pap test c'e scritto rimando a tre anni!!!Ora le chiedo come consiglio se e necessario eseguire prima eventuale pap test,o se magari fare altro.
Risposta del 17 dicembre 2018

Risposta di:
Dott.ssa DANIELA PELOTTI


Le statistiche dicono che molti casi di metaplasia squamosa sono associati alla presenza di irritazioni o infiammazioni a carico dell'epitelio interessato. La metaplasia squamosa è la conversione di un epitelio mucoso e/o ghiandolare monostratificato in un epitelio squamoso pluristratificato. La metaplasia squamosa è un cambiamento istologico quasi sempre innocuo e spesso anche reversibile.
Solo in rarissimi casi può evolvere in una grave patologia e, quando ciò accade, è alquanto lenta nella sua opera di trasformazione, il che facilita la diagnosi precoce dei mutamenti in corso. Ricordati che l’infiammazione del collo dell’utero proviene da un intestino infiammato o colon irritabile, diversamente da quanto si crede in minor percentuale proviene all’esterno con i rapporti sessuali.La relazione tra intestino e apparato uro-ginecologico è motivata dalla vicinanza tra i due, ecco perché, chi soffre di stitichezza, pancia gonfia, meteorismo o della sindrome del colon irritabile è più soggetto a soffrire anche di bruciori intimi e di problemi ginecologici.

Dott.ssa Daniela Pelotti
Specialista attività privata
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Molinella (BO)
Risposta del 17 dicembre 2018

Risposta di:
Dott.ssa DANIELA PELOTTI


Le statistiche dicono che molti casi di metaplasia squamosa sono associati alla presenza di irritazioni o infiammazioni a carico dell'epitelio interessato. La metaplasia squamosa è la conversione di un epitelio mucoso e/o ghiandolare monostratificato in un epitelio squamoso pluristratificato. La metaplasia squamosa è un cambiamento istologico quasi sempre innocuo e spesso anche reversibile.
Solo in rarissimi casi può evolvere in una grave patologia e, quando ciò accade, è alquanto lenta nella sua opera di trasformazione, il che facilita la diagnosi precoce dei mutamenti in corso. Ricordati che l’infiammazione del collo dell’utero proviene da un intestino infiammato o colon irritabile, diversamente da quanto si crede in minor percentuale proviene all’esterno con i rapporti sessuali.La relazione tra intestino e apparato uro-ginecologico è motivata dalla vicinanza tra i due, ecco perché, chi soffre di stitichezza, pancia gonfia, meteorismo o della sindrome del colon irritabile è più soggetto a soffrire anche di bruciori intimi e di problemi ginecologici.

Dott.ssa Daniela Pelotti
Specialista attività privata
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Molinella (BO)
Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Ultime risposte di Salute femminile


Vedi anche:


Potrebbe interessarti