Rm encefalo

30 maggio 2006

Rm encefalo




25 maggio 2006

Rm encefalo

Ho 43 anni, dopo un trauma cranico, causa persistere di mal di testa, sono stato sottoposto ad un indagine RM encefalo (senza e con MDC), dal refereto si evince che il corpo dello sfenoide è in gran parte sostituito da una formazione espansiva solida con margini netti che si impegna intensamente ed omogeneamente dopo M. D. C; la massa si sviluppa in senso cranio-caudale per circa cm 5 con spessore di almeno cm. 3. Cranialmente la lesione occupa la cavità sellare, comprime e disloca l'ipofisi, poco riconoscibile, senza raggiungere il chiasma. dorsalmente la massa giunge quasi a contatto con il profilo ventrale del ponte, mentre nei settori ventrali va ad interessare inizialmente la porzione piu' alta del rinofaringe. Nel versante ds la neoformazione occupa completamente il seno cavernoso e parzialmente il cavo di Meckel avvolgendo le strutture vascolari regionali ed in particolare il sifone carotideo; iniziali segni di interessamento anche del seno cavernoso sn. Le caratteristiche della lesione descritta depongono per la forma espansiva benigna tipo cordoma del clivus. Dato che il radiologo, non ha saputo spiegarmi, quali sono le cause (se da trauma cranico) o di vecchia data, chiedo quali sono le terapie ed iter medico, consigliate. Le chiedo gentilmente di spiegarmi il refereto sopradescritto e indicarmi la struttura ed il medico idoneo a questo caso. Nel ringraziarla anticipatamente, attendo la sua cortese risposta.

Risposta del 28 maggio 2006

Risposta a cura di:
Dott.ssa MILENA DE MARINIS


Le consiglio una visita neurochirurgica urgente.

Prof. Milena De Marinis
Universitario
Specialista in Neurologia
ROMA (RM)

Risposta del 30 maggio 2006

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI MIGLIACCIO


Il consiglio della collega mi sembra molto intuitivo e perspicace.
Detto questo, Le chiedo: i Suoi sintomi sono stati solo il mal di testa? Non ha avuto altri disturbi? dei movimenti oculari per es. ? Quanto descritto riguarda la presenza di un cordoma del clivus (che è una regione della base cranica) sicuramente non di origine traumatica. E' verosimile che si debbe sottoporre a una biopsia in prima istanza e poi sarà il neurochirurgo a valutare se potrà procedere alla rimozione, anche parziale, oppure in iziare una radioterapia.
Se vuole mi tenga informato.

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa