Sbadiglio continuo

21 gennaio 2006

Sbadiglio continuo




18 gennaio 2006

Sbadiglio continuo

Ho un avuto un problema negli scorsi giorni che non sono riuscita a spiegarmi. . Ho iniziato a sbadigliare e non ho piu' smesso per tre giorni!son stata da due medici e quello di famiglia mi ha prescritto un antistaminico(farganesse) e antireflusso gastrico(pariet). Non avevo nausea, solo non riuscivo neanche a dormire perche' ne facevo uno ogni secondo. . Da cosa puo' dipendere?E passato tutto "sfumando" piano piano, ma non mi trovavo in un momento di nervosismo o stress particolare. . Ero semplicemente a letto a guardar la tv. grazie distinti saluti

Risposta del 20 gennaio 2006

Risposta a cura di:
Dott. TONINO GRASSO


E' stato sicuramente il sintomo di un malessere psichico

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)

Risposta del 20 gennaio 2006

Risposta a cura di:
Dott. ALBERTO MOSCHINI


Riguardo ai sintomi "strani", si può dissertare moltissimo sui problemi psichici, "sei nervoso, è stress", certamente uno non si mette a sbadigliare per x giorni perchè è nervoso, la causa va sempre cercata in un problema di disagio fisico: il nostro sistema immunitario comunica che qualcosa non funziona e ci avverte, tutto il problema sta nel cogliere queto "disagio". Purtroppo in assenza di una anamnesi accurata, che non riferisce, di un esame obiettivo, non si può dare un parere appropriato, soprattutto per questi sintomi "strani". Certamente non si può nemmeno aggirare il problema definendo soltanto il roblema come "psichico". Purtroppo io definisco questo "psichismo" come una difficoltà del medico di accertare esattamente le cause, per cui è colpa del paziente, non certamente del medico, che non è capace di interpretare accuratamente tale sintomo. Il disagio del medico sta proprio in questo, spesso non ha le capacità interpretative, per cui la colpa viene riversata sul paziente. ' lui che non è capace, che è stressato, che ha problemi".
Detto questo, purtroppo non sono capace di dare una spiegazione. Ritengo però il sintomo importante, che va valutato attentamente. Posso solo cercare di comprendere, mi riferisca qualcosa di più sulla sua anamnesi, l'unica cosa che so è che il suo sistema immunitario ha un lieve problema.

Dott. Alberto Moschini
CARRARA (MS)

Risposta del 21 gennaio 2006

Risposta a cura di:
Dott. TONINO GRASSO


Il sistema immunitario è importante, caro collega, ma il cervello lo è di più. E' in cima, nella definizione del sistema "Neuro-endocrino-immunitario".

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)

Ultime risposte di Malattie infettive

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa