Sclerosi multipla e perdita di sensibilità

18 dicembre 2007

Sclerosi multipla e perdita di sensibilità




13 dicembre 2007

Sclerosi multipla e perdita di sensibilità

Gentile Dr. Neurologo,
ho 25 anni e sono sposata. Tutto è iniziato circa 4 anni fa, quando ho cominciato ad accusare strani dolori al braccio e gamba sinistri. Questi dolori erano accompagnati da mancanza di sensibilità completa e a dolori come di punture di spilli. Inoltre mi sembrava di non avere più la concentrazione e capacità di parlare, lavorare e camminare che avevo prima. Diversi anni prima di questi sintomi, erano iniziati degli episodi di diarrea alternati a periodi di stitichezza e dolori gastrointestinali molto forti. I medici a quel tempo mi fecero fare persino una gastroscopia con biopsie duodenali, poichè pensarono ad una celiachia. Ma tutto risultò essere negativo. Dopo di ciò, il mio stato di salute si è via via aggravato. Ho iniziato ad avere una profondissima stanchezza e spossatezza fisica, esagerata anche per dei minimi sforzi, frequenti mal di testa (non ne ho mai sofferto prima), e nausea accompagnata da vertigini. La mancanza di sensibilità si era accentuata e veniva molto più spesso di prima. Disturbi alla vista. L'esame oculistico aveva evidenziato un assottigliamento del nervo ottico destro.
Nel 2004 persi anche peso senza fare alcuna dieta. Da 59 kg passai a 50 kg.
Quest'anno mi è stata diagnosticata una ischemia del microcircolo coronarico, ma secondo il mio cardiologo, non è assolutamente correlata a questa mia stanchezza e debolezza fisica ed alla perdita di tonicità muscolare alle gambe.
Dopo di quella diagnosi cardiaca, mi furono prescritti diversi esami tra i quali un'elettromiografia (per sospettata Miastenia) ed esami immunologici del sangue che risultavano nella norma.

Fino ad oggi, quando purtroppo la mia situazione e sintomatologia si è aggravata parecchio. Infatti ho perso completamente la sensibilità genitale e quando faccio l'amore con mio marito non sento nulla. Ho difficoltà ad urinare ed urino molto abbondantemente e spesso avendo la sensazione che la vescica non si è vuotata completamente, infatti dopo pochi minuti devo urinare nuovamente; ho spesso carenza di sensibilità e dolori come punture di spillo, solo al lato sinistro del viso e della testa, accompagnati da nausea, conati di vomito e stordimento mentale. Alle volte gli oggetti mi cadono di mano e faccio fatica ad articolare le parole.

Il neurologo che ho incontrato lo scorso novembre (privatamente), mi ha prescritto una RM del cervello e del tronco encefalico ed i potenziali evocati visivi e somatosensoriali. La RM è già stata fatta (aperta, poichè soffro di claustrofobia), ma senza Mezzo di contrasto poichè purtroppo il medico non lo specificò nella sua richiesta. Il risultato è negativo ma nella clinica dove l'ho fatta, mi dissero che senza MDC si vede molto poco soprattutto se c'è sospetto di questa patologia. I potenziali evocati dovrò farli il prossimo 17 dicembre. A questo punto mi chiedo: se anche questi ultimi dovessero essere negativi chi potra' aiutarmi ? Visto anche il fatto che oramai non ho più sensibilità genitale ed avendo solo 25 anni questo problema mi condiziona molto la vita. Vorrei diventare madre al più presto ed allo stesso tempo essere certa di non avere una patologia neurologica.

Mi scuso per la lunghezza del mio messaggio, ma ho bisogno di un consiglio.

La ringrazio di cuore se vorrà rispondermi.

Cordiali saluti,

M. G.

Risposta del 18 dicembre 2007

Risposta a cura di:
Dott.ssa MILENA DE MARINIS


Oltre alla risonanza Magnetica cerebrale con mezzo di contrasto deve effettuare una Risonanza Magnetica con mezzo di contrasto della colonna lombo-sacrale.

Dott. Ssa Milena De Marinis
Universitario
Specialista in Neurologia
ROMA (RM)

Ultime risposte di Mente e cervello




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa