Scompenso cardiaco

21 marzo 2006

Scompenso cardiaco




18 marzo 2006

Scompenso cardiaco

Egregio Proff:ho mia mamma che è curata con lasix 500 1/2 cps al mattino, dilatren 6. 251/2 al mattino e lanoxin 0, 00625 al mattino, alla sera 1/2 dilaten e ratacan 8 mg 1/2 piu' il cerotto minitran 10mg. Negli ultimi anni ha avuto diverse crisi sempre risolte con ricovero, queste crisi sono sempre sopravvenute al mattino circa dalle ore 6 alle 8, e mai durante il resto della giornata. C'è qualche spiegazione? si puo' modificare la terapia per poter essere coperti anche a quell'ora? grazie

Risposta del 21 marzo 2006

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI FUMO


Non è facile rispondere alla sua domanda se non si controlla il malato "da vicino". Comunque ci provo. Lo scompenso è una malattia del muscolo cardiaco molto seria e cronica che subisce anche le variabilità circadiane ( della giornata). Provi a sospendere il Dilatrend della sera. La notte rallenta "naturalmente" la frequenza del cuore per non accentuarne la spinta. Nulla da dire sul Lasix: il diuretico fa comunque bene perchè riduce il lavoro del cuore. Anche se da astenia e debolezza. Stia attento che sua mamma non abbia caviglie gonfie, battiti lenti
( inf. Di 60/min. ) e il respiro irregolare durante la notte! Anche le apnee notturne aumentano le sofferenze del cuore per l'ischemia cui va incontro con le continue mancanze di respiro. Lo scompenso va curato a domiciliio con il periodico controllo del cardiologo e della infermiera professionale che periodicamente valuta i parametri più importanti dell'apparato c. Circolatorio. Auguri: Dott. G. Fumo

Dott. Giovanni Fumo
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Specialista in Cardiologia
ARCO (TN)

Ultime risposte di Malattie infettive


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube