Sensazione di orecchio dx più chiuso

07 marzo 2015

Sensazione di orecchio dx più chiuso




03 marzo 2015

Sensazione di orecchio dx più chiuso

Salve,

Con la presente per chiedervi un consiglio per tentare di risolvere un problema ormai per me annoso.
Passo ora a descrivere la sintomatologia. Da due anni ho come la sensazione di avere l'orecchio destro leggermente più chiuso di quello destro che si trasforma in una capacità uditiva inferiore.
Allarmato da ciò, mi sono sottoposto (su prescrizione del mio medico) ad una cura a base di Deltacortene + fluifort nell'ipotesi che si trattasse di muco residuale di un raffreddore non curato bene.
Nonostante la cura, non ho ottenuto alcun risultato apprezzabile. A questo punto mi sono sottoposto (sempre su prescrizione medica) a visita audiologica con annessi esami impedenziometrico ed audiometrico.
L'esito di questo esami non ha evidenziato alcuna anomalia. Tuttavia, io continuo ad avere la stessa sensazione e la convinzione di avere una capacità uditiva asimmetrica.
A dar manforte alla mia convinzione, una semplice prova fatta ad esempio con il telefonino: dall'orecchio sinistro lo sento meglio. Non una differenza enorme ma comunque sensibile. A corredo di questa situazione vi si associa anche un tic che mi porta mediante movimenti interni (forse della mandibola??) a tentare di schiudere l'orecchio tappato. Ad ogni movimento corrisponde un piccolo rumore (onomatopeicamente come un "cic") che mi produce (solo mentalmente) la sensazione di piccolo risultato verso l'apertura dell'orecchio chiuso.
Per completare il quadro aggiungo che, nonostante tutte le cure alle quali mi sono sottoposto, una quantità residua di muco permane sempre. Mi capita, anche in periodi lontani dal raffreddore, di dovermi soffiare il naso con abbondante produzione di secrezione nasale, specialmente durante lo svolgimento dell'attività sportiva.
Il tic, per quanto io cerchi di essere discreto, risulta visibile anche all'esterno (la mia bocca si tende leggermente) con conseguente sensazione di disagio.
chiedo come orientarmi nella scelta dello specialista giusto per tentare di risolvere.

Risposta del 07 marzo 2015

Risposta a cura di:
Dott. CESARE BARTOLOMEO NEGLIA


La sintomatologia descritta potrebbe essere ascritta ad un disturbo di funzionalità della tuba d'Eustachio, fastidioso pur in assenza di danno uditivo. Se la diagnosi fosse confermata nel corso di una visita specialistica otorinolaringoiatrica con endoscopia nasale ed eventualmente con i test timpanometrici di funzionalità tubarica, potrebbe essere indirizzato ad un trattamento di riabilitazione tubarica associato eventuslmente ad esercizi di sutoinsufflazione con palloncino nasale.

Dott. CESARE BARTOLOMEO NEGLIA
Medico Ospedaliero
Specialista in Otorinolaringoiatria
Saronno (VA)

Ultime risposte di Orecchie naso e gola


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube