Sensibilita'

29 marzo 2005

Sensibilita'




24 marzo 2005

Sensibilita'

il merito alla risposta avuta dal dott. Migliaccio. Ribadisco di avere un distrurbo della sensibilita' su tutto il corpo e non in zona specifica. Sento al tatto al freddo e al caldo, ma provo come un formicolio al contatto. Non ho dolori, la sensazione è di fastidio ed è localizzata in tutto il corpo compresa la lingua. Il tutto è accompagnato da mal di testa. è come se la sensibilita' al tatto o al gusto diminuisse. inizia apparentemente senza motivo e sparisce da solo dopo circa 10 giorni. Spero di esser stata piu' esauriente. Grazie

Risposta del 29 marzo 2005

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI MIGLIACCIO


Gentile signora,
come è ovvio le risposte che si danno in questa rubrica sono molto orientative anche se facciamo il possibile per orientare chi ci scrive verso una ipotesi diagnostica plausibile. Infatti non potrebbe essere altrimenti perchè nessuna diagnosi è possibile senza lo scrupoloso esame del paziente. Nel Suo caso poi le difficoltà aumentano in quanto alcuni sintomi, compreso il fatto che durano solo 10 giorni, sono alquanto anomali. Ha consultato un neurologo? che idea si è fatto ? Le ha prescritto approfondimenti diagnostici? Mi faccia sapere.
Poi se qualche altro collega neurologo vuol dare in questa rubrica un suo contributo alla Sua domanda, ben venga; cercheremo di orientarci e orientarLa verso una soluzione! Cordialmente

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)



Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Alzheimer, la forma più frequente di demenza
Mente e cervello
15 ottobre 2021
Notizie e aggiornamenti
Alzheimer, la forma più frequente di demenza
Padovani, Airalzh: Telehealth rivoluzione per Alzheimer
Mente e cervello
05 ottobre 2021
Notizie e aggiornamenti
Padovani, Airalzh: Telehealth rivoluzione per Alzheimer
Omega 3 e vitamina B: gli integratori per il cervello
Mente e cervello
24 settembre 2021
Notizie e aggiornamenti
Omega 3 e vitamina B: gli integratori per il cervello