Sfoghi cutanei che causano dolore e prurito

07 aprile 2020

Sfoghi cutanei che causano dolore e prurito




01 aprile 2020

Sfoghi cutanei che causano dolore e prurito

Dopo la seconda gravidanza, ho iniziato ad avere sfoghi in viso, che sembrano ciclici: pustole rosse e molto dolorose/crosticine molto secche, che causano forte prurito e bruciore/qualche giorno in cui sembra tutto passato. Ho già eseguito degli esami, che indicavano ANA pattern intercellular bridge alto, ed ho effettuato visita reumatologia, ma ho dovuto interrompere la ricerca a causa del Corona virus. Il problema però sembra sempre più accentuato, ed il fastidio è forte. Ho provato per avere del sollievo una crema al cortisone, ma il bruciore è stato talmente forte da costringermi a toglierla. Ora sono nella fase di secchezza, sopratutto attorno al naso, la pelle si desquama, sono molto arrossata e brucia. Mentre su naso, mento, fronte ci sono ancora piccole pustole.

Risposta del 07 aprile 2020

Risposta a cura di:
Dott.ssa DANIELA PELOTTI


Credo che tu debba valutare una eventuale celiachia non diagnosticata o una gluten sensitivity, poichè hai in atto una malattia autoimmune: anticorpi anti ANA.
I pazienti con sensibilità al glutine non celiaca o malattia celiaca hanno maggiori probabilità di sviluppare malattie autoimmuni, sono positivi per gli anticorpi antinucleo e mostrano aplotipi DQ2/DQ8 rispetto ai pazienti con sindrome dell'intestino irritabile. Questo è quanto riportato in un lavoro di un gruppo di ricerca italiano e pubblicato su Gastroenterology.
C’è molto interesse, soprattutto nel mondo scientifico, nei riguardi della sensibilità al glutine per le persone non celiache, ma sappiamo poco sui rischi associate a questa condizione.
Questo studio è stato condotto con l'obiettivo di confrontare il rischio di malattie autoimmuni in pazienti con sensibilità al glutine non celiaci (SGNC) e indagare lo sviluppo di anticorpi antinucleari (ANA).
Gli anticorpi anti nucleo (ANA) sono una categoria molto ampia di autoanticorpi, ovvero anticorpi che l'organismo produce contro se stesso. Sono correlati a numerose malattie autoimmuni, tra le quali soprattutto il lupus eritematoso sistemico, ma anche in altre malattie infiammatorie croniche, quali epatopatie e malattie polmonari. Questo può anche essere una delle cause della tua acne. Un recente articolo, convalida il rapporto tra glutine, intestino, cervello, pelle, l’infiammazione sistemica, l’ipofunzione tiroidea, l’aumentata resistenza insulinica,

Quando inizierai a evitare gli alimenti che contengono il glutine, sostituendoli con cibi meno elaborati, come carne, pesce, uova frutta e verdura, inizierai a perdere peso, noterai la pelle più chiara, l’infiammazione diminuirà, come pure la voglia di cibo spazzatura.

Dott. Ssa Daniela Pelotti
Specialista attività privata
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Molinella (BO)

Ultime risposte di Pelle

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Vedi anche:
Ultimi articoli
Lipomi: cosa sono e quando intervenire
21 febbraio 2020
Notizie e aggiornamenti
Lipomi: cosa sono e quando intervenire
Cisti sebacea: come si sviluppa, come si cura
19 febbraio 2020
Notizie e aggiornamenti
Cisti sebacea: come si sviluppa, come si cura
Psoriasi
03 ottobre 2019
Patologie mediche
Psoriasi
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube