Sgocciolamento post-minzionale,perdite di urina

17 febbraio 2005

Sgocciolamento post-minzionale,perdite di urina




Domanda del 14 febbraio 2005

Sgocciolamento post-minzionale,perdite di urina


EGREGIO DOTTORE DA QUALCHE MESE HO QUESTO DISTURBO : MINZIONE PROLUNGATA , INTERMITTENTE , SGOCCIOLAMENTO CONTINUO DURANTE LA DEFECAZIONE( SPINGO SPESSO PERCHE' DA ANNI SOFFRO DI COLON IRRITABILE) ;DOPO LA MINZIONE DURANTE LA GIORNATA HO ANCORA LO STIMOLO E QUALCHE PERDITA DI URINA INVOLONTARIA ; SENSAZIONE DI INCOMPLETO SVUOTAMENTO VESCICALE ;HO ESEGUTO DUE ESPLORAZIONI RETTALI A DISTANZA DI DUE MESI L'UNA DALL' ALTRA MA TUTTE E DUE HANNO RISCONTRATO UNA PROSTATA NORMALE . VOLEVO SAPERE SE QUESTO DISTURBO FORTEMENTE INVALIDANTE E' L'ANTICAMERA DELL'INCONTINENZA (HO 30 ANNI) O PUO' ESSERE L' INIZIO DI QUALCOSA TIPO PATOLOGIE PROSTATICHE ( TUMORI, IPERPTROFIA PROSTATICA BENIGNA ) O VESCICALI ; SE NE PUO' USCIRE ? AVREBBE QUALCHE FARMACO DA CONSIGLIARMI? GRAZIE ANTICIPATAMENTE
Risposta del 17 febbraio 2005

Risposta di:
Dott. GINO MONTALCINI


faccia almeno un'ecotomografia dell'apparato urinario pre e post minzionale esame urine urinocoltura PSA totale e libero e ne riparliamo

Dott. Gino Montalcini
Specialista in Nefrologia
Specialista in Urologia
Casa di cura privata
ASTI (AT)

Risposta del 17 febbraio 2005

Risposta di:
Prof. ENRICO PISANI


Il quadro clinico si riferisce ad una situazione di congestione prostatica : la perdita di liquido prostatico durante la defecazione è un segno evidente ed anche quanto Lei descrive.Consiglio visita urologica con accurata valutazione anamnestica sulle abitudini di vita e oltre a terapioa comportamentale una terapia antinfiammatoria.

Prof. Enrico Pisani
Specialista in Urologia
Casa di cura convenzionata
Casa di cura privata
Universitario
MILANO (MI)

Risposta del 17 febbraio 2005

Risposta di:
Dott. MASSIMO PANEI


per la valutazione della fase minzionale l'esame di prima scelta è la uroflussometria, mentre volendo avere un quadro completo allora l'esame urodinamico permette una diagnosi accurata. il quadro clinico depone per una sindrome di tipo ostruttivo che in considerazione della giovane età sembra indirizzare verso una patologia del collo vescicale. cordiali saluti

Dott. Massimo Panei
Specialista in Urologia
Medico Ospedaliero
ROMA (RM)

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Ultime risposte di Salute maschile


Vedi anche:


Potrebbe interessarti