Sindrome di gilbert sintomatica?

07 luglio 2016

Sindrome di gilbert sintomatica?


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


04 luglio 2016

Sindrome di gilbert sintomatica?

Buongiorno,
sono un uomo di 37 anni e sono circa 15 anni che soffro di forti dolori addominali e coliche che inficiano notevolmente la mia qualità di vita.
Mi è stata diagnosticata la sindrome di Gilbert in seguito ad analisi genetica molecolare e al riscontro di livelli elevati di bilirubinemia indiretta e totale non attribuibili ad altre cause.
Tutti i medici che mi hanno visitato mi hanno sempre riferito che il Gilbert è asintomatico, per cui ho eseguito ogni tipo di esame diagnostico per capire il motivo di queste mie coliche (gastroscopie, colonscopie, ecografie, tac, videocapsula) e non è mai risultato niente, mi hanno diagnosticato sempre solo una colonpatia funzionale.

Io tuttavia avverto spesso una sensazione di intossicamento, avvelenamento, con forte bruciore, dolore e gonfiore dell'addome, che arriva a debilitarmi fisicamente e mi causa dei fortissimi mal di testa. Inoltre, durante questi “ attacchi” ;, riscontro un colorito giallastro della pelle e della sclera dell’ occhio e noto delle alterazioni sia nelle urine che nelle feci (urina scura e maleodorante, feci scure e “ untuose”) che potrebbero collegarsi con l’ aumento della bilirubina non coniugata nell’ organismo.
Sono sempre stato uno sportivo, non bevo e non fumo, conduco uno stile di vita attivo.

Sto cercando qualcuno che sia esperto di sindrome di Gilbert, o comunque qualcuno che non si limiti ad affermare superficialmente che è una sindrome asintomatica, ma che sia disposto ad analizzare questo mio quadro clinico particolare e difficile da interpretare ai più ;, ed eventualmente ad aiutarmi a trovare la causa dei miei malesseri ed una soluzione per stare meglio.

Grazie

Risposta del 07 luglio 2016

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Lei non deve cercare l'esperto in sindrome di Gilbert, perchè non è quella la causa dei suoi disturbi. Dimentichi il signor Gilbert e si rivolga invece a un gastroenterologo che sappia ascoltare i suoi disturbi, li sappia interpretare e le consigli la terapia più idonea, che non sempre è la prima che si prova e nemmeno la seconda. Talvolta è necessario provate diverse terapie.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Fegato

Tags:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Fegato sotto attacco virale
Fegato
02 agosto 2020
Notizie e aggiornamenti
Fegato sotto attacco virale
Qual è il tuo rapporto con le bevande alcoliche?
Fegato
27 luglio 2020
Quiz e test della salute
Qual è il tuo rapporto con le bevande alcoliche?
Giovani e abuso di alcol: a risentirne è il fegato
Fegato
07 dicembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Giovani e abuso di alcol: a risentirne è il fegato