Sindrome di taco tsubo

14 gennaio 2015

Sindrome di taco tsubo




09 gennaio 2015

Sindrome di taco tsubo

Gentile Dottore, mio padre dal maggio 2013 ha preso quotidianamente cardioaspirina 100, rampril, omeprazolo, bisoprolo. In base ad analisi fatte due settimane fa è risultato molto anemico, dimagrito, ha da tre mesi tosse con 3 giorni di accessi asmatici notturni per fortuna di breve durata, spossatezza e depressione, inoltre il cuore è risultato in condizioni peggiori di quando ha iniziato la cura, conseguente alla sindrome di Taco Tsubo. Cosa abbiamo sbagliato?

Risposta del 14 gennaio 2015

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Non credo che sia stato fatto alcun errore nella terapia di suo padre, anche se non conosco le condizioni del suo cuore. La sindrome del cestello giapponese è un evento molto raro, che può capitare anche a un cuore normale ed è transitoria. L' anemia e il dimagramento suggeriscono di eseguire altri esami non cardiologici ma dell' apparato digerente, a partire dal sangue occulto nelle feci alla gastroscopia e colonscopia.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue


Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube