Singhiozzo persistente - risultati esami cardio

15 gennaio 2016

Singhiozzo persistente - risultati esami cardio




13 gennaio 2016

Singhiozzo persistente - risultati esami cardio

Buonasera, mi chiamo Giuseppe ho 76 anni, ho eseguito un ecocolordopplergrafia cardiaca, questo è il referto:Ventricolo sinistro di dimensioni cavitarie lievemente aumentate con ridotta funzione di pompa globale. Acinesia a ridotto spessore della parete inferiore, posterolaterale e dell'apice in toto. Lembi mitralici sclerotici. Atrio sinistro severamente dilatato. Radice aortica ai limiti con valvola tricuspide e cuspidi sclerotiche. Aorta ascendente nei limiti dei tratti esplorabili. Sezioni destre ai limiti, con conservata cinesi ventricolare. vena cava inferiore nei limiti, normocollassante con l'inspiro. . Assenza di versamento pericardico.
Al doppler: pattern flussimetrico transmitralico pseudo normale. Insufficienza mitralica di grado moderato severo secondaria a tetheringdei lembi da dissinergie di parete. Insufficienzatricuspidale di grado lieve-moderato con PAPs di circa 35 mm Hg.
Venti anni fa ho avuto un infarto che ha colpito la parte bassa del miocardio, oggi soffro di singhiozzo persistente. Qualche collegamento? Grazie

Risposta del 15 gennaio 2016

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


L'acinesia, cioè l'assenza di pulsazione della punta del cuore è dovuta al pregresso Infarto inferiore. La valvola mitrale non funziona bene e provoca una dilatazione del ventricolo sinistro, ma sembra che ancora il suo cuore funzioni discretamente. Non credo che il suo singhiozzo dipenda dal cuore.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube