Solito quesito maschile

11 aprile 2002

Solito quesito maschile




10 aprile 2002

Solito quesito maschile

Egregio dottore, anche se ho letto tutte le risposte inerenti il problema che mi affligge, non ho trovato risposta al mio pur trattandosi di presunta ed improvvisa impotenza. Ho 42 anni, mi sono separato da poco dopo un travaglio di alcuni mesi. . . Mia moglie dormiva con la figlia di 10 anni. . . Sempre!!! e quindi, oltre ad astenerci da rapporti, mi son sentito anche rifiutato. per farla breve, mi sono innamorato di una donna stupenda, colta e sensibile. . . . Con la quale non riesco ad avere rapporti e lei non ne fa un dramma ma mi sta "accompagnando" nella ricerca di qs impotenza. Sono andato da un andrologo che non ha trovato nulla di nulla alla visita e mi ha dato il viagra. . . . Ma anche con qs il rapporto non è spontaneo. Io desidero molto qs donna, ma dopo 5 mesi di qs tortura, credo che anche lei prima o poi si spazientirà. Premetto che non ho mai avuto problemi, mai. Cosa mi consiglia? Se devo sottopormi a psicanalisi mi può dare dei riferimenti in Milano, non saprei proprio a chi rivolgermi in materia. La ringrazio.

Risposta del 11 aprile 2002

Risposta a cura di:
Dott. MAURO MILARDI


Le situazioni che possono provocarle una molto probabile Ansia da prestazioni in relazione all'atto sessuale possono essere molteplici. Dal momento che una verifica andrologica l'ha già fatta si rivolga per un supporto psicoterapeutico di tipo cognitivo comportamentale ad uno specialista di tale settore. Si rivolga, per conoscere nominativi possibili alla società scientifica AIAMC in Milano, in via Settembrini od all'ASIPSE, stesso indirizzo.

Dott. MAURO MILARDI
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata

Ultime risposte di Mente e cervello




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa