Sospetta cisti pancreas

08 novembre 2019

Sospetta cisti pancreas




03 novembre 2019

Sospetta cisti pancreas

Gentili medici. Avevo mandato già la domanda 2-3 gg fa ma devo integrarla con nuovi dati. Mia madre 81enne, operata 3 anni fa per carcinoide tipico polmonare e quest'anno per tumore al seno è in follow up ogni 6 mesi con ecografia addome. All'ultima eco è stata riscontrato "in corrispondenza del corpo del pancreas areola ipoecogena di 8 mm meritevole di approfondimento con tac". Ho poi scoperto che nell'eco di 6 mesi fa non risultava nulla (penso per via della scarsa possibilità di esplorazione dell'organo), mentre in quella dell'ottobre del 2018 recita "presenza di piccola formazione anecogena di tipo cistico, in sede medio pancreatica (corpo) senza evidente comunicazione duttale (diam. max circa 0, 9 1cm), non dilatazione del dotto di Wirsung". Confesso che mi ero dimenticato della presenza della formazione un anno fa. In quella occasione nessuno aveva consigliato approfondimenti diagnostici, né l'ecografista, né poi i medici che seguono mia madre. Stavolta invece si, anche perché probabilmente confrontando l'eco con quella di 6 mesi fa, l'ecografista avrà pensato che si trattasse di una nuova formazione. La domanda è: consigliate approfondimenti o no? nell' eco di ottobre 2018si è andati sul sicuro a definirla ciste, senza altra indicazione. In quella di ottobre 2019 si definisce areola ipoecogena, senza sbilanciarsi e si consiglia approfondimento. La cosa certa è che in un anno la formazione non è cresciuta (anzi. . Pare pure calata). Che dobbiamo fare? Vi confesso che prima di ritrovare l'eco di un anno fa mi stavo angosciando per questa formazione, poi ho visto che veniva liquidata come ciste, senza consigliare nulla di particolare, e mi sto chiedendo che fare. Grazie per la cortese risposta.

Risposta del 08 novembre 2019

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Considerando la descrizione, è molo probabile che si tratti proprio di una cisti. In questo caso, non deve far nulla, non è pericolosa. Se desidera approfondire, soprattutto per la sua sicurezza, può fare una risonanza magnetica, che è più precisa per la diagnosi.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Vedi anche:


Ultimi articoli
Rettorragia
26 novembre 2019
Sintomi
Rettorragia
Disbiosi intestinale: come si cura
22 novembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Disbiosi intestinale: come si cura
Cos’è la disbiosi intestinale
15 novembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Cos’è la disbiosi intestinale
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube