Sospetta ischemia

12 novembre 2014

Sospetta ischemia




10 novembre 2014

Sospetta ischemia

Sono un uomo di 74 anni (m 1, 70, kg 74). Chiedo il vostro aiuto perché mi è stata prescritta una coronarografia, e io vorrei fare quanto possibile per evitare un esame così invasivo (vi prego di evitarmi commenti sprezzanti, sono già abbastanza depresso e ansioso) e per cercare possibili esami alternativi, quindi ho pensato di rivolgermi a voi contando sulla vostra gentilezza e comprensione. Un cardiologo scrive: riscontro di ischemia a media soglia da ecg sotto sforzo, : buone condizioni soggettive, buon compenso emodinamico, toni ritmici validi, pause libere. Io aggiungo che non fumo, non bevo, prendo un solo caffè, sono vegetariano da 19 anni, ho una pressione tendenzialmente bassa come risulta da holter, sono NORMALI i seguenti valori significativi: PROTEINA C REATTIVA, LIPOPROTEINA (a), OMOCISTEINA, COLESTEROLO, GLICEMIA, TRIGLICERIDI, CREATININA e TUTTI gli esami di routine. Io, nonostante sia sempre stato sedentario, sia nel lavoro, sia nel tempo libero (leggo moltissimo), mi sento bene (a parte l'esistenza di continue extrasistoli sopraventricolari che scompaiono se faccio cyclette e aumentano se mi sdraio, e improvvise e sporadiche fitte ai lati della testa), conservo la mia agilità e cammino molto volentieri anche per diversi chilometri quando mi capita). A me pare (e mi scuso se questo dipende dalla mia indubbia ignoranza in materia) che dall’ecg sotto sforzo risulti solo un “sospetto” di ischemia, non una certezza: “prova interrotta al IV step per fatica. Raggiunto il 77% della fc max teorica. Al massimo carico oppressione anterotoracica e lieve sottoslivellamento st ascendente ai limiti della significatività per ischemia inducibile. Accentuazione delle anomalie nel recupero. Prova suggestiva di ischemia a media soglia meritevole di coronarografia. Numerosi BESV a salve. Non sarebbe meglio, ad esempio, provare con una scansione cardiaca, con un esame BART o con una angiotac o una RM? Attualmente prendo solo cardioaspirina. Grazie per la vostra pazienza

Risposta del 12 novembre 2014

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Credo che nessuno si sia mai permesso di fare commenti sui quesiti posti. La situazione non è proprio come dice lei. Infatti compaiono segni elettrocardiografici di ischemia durante lo sforzo, documentati dal sottoslivellamento del tratto S-T e dalla comparsa di oppressione retrosternale verso la fina. Inoltre compaiono molte extrasistoli sopraventricolari, non pericolose, ma che a riposo non ci sono. E' vero, potrebbe eseguire come esame alternativo, un' angio-TAC, che forse potrà dare le informazioni necessarie per prendere ulteriori decisioni.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube