Sospetta maculopatia distrofica.

27 dicembre 2020

Sospetta maculopatia distrofica.


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


21 dicembre 2020

Sospetta maculopatia distrofica.

Buonasera Dottori. Rivolgo la mia domanda agli specialisti di oculistica. Soffro di miopia progressiva sin dall'età di 18 anni ( oggi ne ho 62 ). Nel 2005 mi è stata diagnosticata una fibrillazione atriale curata con Cordarone 200 mg con l'assunzione di 5 compresse nella settimana. Dal 2016 in luogo del Cordarone assumo Frequil 200 mg. con la medesima posologia. Tale situazione mi ha portato a fare numerose sedute oculistiche al fine di controllare depositi del predetto farmaco sulla retina. Nel mese di settembre 2020 mi sono recato al mio Oculista per misurare l' acutezza visiva. Il responso: occhio destro Sf - 8, 25, Cil -1, Asse 120; occhio sinistro: Sf -6, 75, Cil -1, Asse 90. Scartamento fra i centri m/m: ben centrata. Fondo occhio: leggera cataratta occhio sinistro. Però circa un mese fa riscontravo all'occhio sinistro una ondulazione delle linee rette. In particolare vedo le fughe delle maioliche, lo stipite della porta distorte con alterazione della percezione dei colori e della sensibilità al contrasto ( i colori risultano più spenti ). Mi è stato consigliato un OCT effettuato in data 28/11/2020 con apparecchio Heidelberg Engineering Spectralis con il seguente referto: occhio destro: profilo retinico maculare miopico conservato. Ispessimento della MLI. Foveal Thickness: 347 microns. Occhio sinistro: profilo retinico maculare alterato per la presenza di membrana epiretica. Si repertano spazi cistici intraretinici. Foveal Thickness: 483 microns. Da qualche giorno anche le righe di lettura su libri o atti risultano ondulate tanto che per la mia professione la circostanza risulta molto fastidiosa. L'oculista mi fa presente che non ci sono farmaci per la cura e di ripetere l'OCT a fine marzo 2021. Aggiunge che è' da tenere sotto controllo al fine di monitorare eventuali peggioramenti dell' occhio sinistro. Resto in attesa di un gentile risposta ed invio cordiali saluti.

Risposta del 27 dicembre 2020

Risposta a cura di:
Dott. VINCENZO PICCINATO


Purtroppo manca la quantificazione dell'acutezza visiva ( sono riportati solo i valori della correzione ottica ). La situazione dell'occhio sinistro non è buona, poiché è presente una deformazione della macula ( area centrale della retina ) con notevole ispessimento della stessa. E' presente inoltre metamorfopsia, cioè ondulazione delle immagini, che compromette le attività quotidiane. Consiglierei di rivolgersi a un reparto oculistico che esegua in buon numero operazioni di chirurgia vitreo-retinica per sottoporsi a un intervento che prevede nella medesima seduta la rimozione della membrana e anche della cataratta con inserimento di cristallino artificiale. L'intervento si chiama vitrectomia con rimozione della membrana epiretinica e facoemulsificazione. . E' possibile purtroppo che una situazione analoga intervenga anche nell'altro occhio dove c'è già un addensamento della membrana limitante interna della retina. Con tanti auguri

Dott. Vincenzo Piccinato
Continuità Assistenziale
Specialista in Oftalmologia
Pordenone (PN)

Ultime risposte di Occhio e vista

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa