Spermiogramma

29 marzo 2007

Spermiogramma




27 marzo 2007

Spermiogramma

Gent. Dott. , recentemente, e per la prima volta, ho eseguito uno spermiogramma presso un laboratorio specializzato. I valori riscontrati sono quelli di seguito riportati: - Aspetto: Normale - Quantità: 3, 0 ml - Ph: 8, 0 - Fluidificazione: Normale - Viscosità: Normale - Coaguli: Assenti - Fruttosio: 94 mg/dl - Spermatozoi: Assenti - Leucocidi: Assenti - Mucopus: Assente - Eritrociti: Assenti - Agglutinati: Assenti Conteggio: - Concentrazione spermatozoi: 0 mil/ml - Numero totale spermatozoi: 0 mil/ml Mobilità (a 1h dall'emissione): - Percentuale spermatozoi mobili: 0% - Concentrazione mobili: 0, 0 mil/ml - Numero totale mobili: 0, 0 mil/ml Studio della vitalità (Test dell'eosina): - Spermatozoi incolori (a 1h dall'emissione): N. V. Spermatozoi mobili: 0% Spermatozoi immobili: 0% Alla fine di una successione di 0% e N. V. sulla distribuzione delle forme mobili e sulla morfologia seguono le conclusioni: AZOOSPERMIA. Desidererei, in primo luogo, sapere se le modalità del perelievo possono modificare i valori dell'esame, in quanto che il liquido seminale è stato prodotto presso la mia abitazione, dopo tre giorni dall'ultimo rapporto sessuale, e consegnato in un contenitore sterile, accuratamente avvolto in un panno di lana, nel tempo di 8 minuti. Inoltre, desiderei sapere se la conclusione laboratoriale è attendibile, cioè se si possono verificare casi di eiaculati privi di spermatozoi e eiaculati che invece li contengono, ovviamente, nello stesso soggetto. Infine gradire sapere a quali ulteriori esami dovrei sottopormi. RingraziandoLa anticipatamente per la Sua cortese attenzione, porgo cordiali saluti.

Risposta del 29 marzo 2007

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI BERETTA


Caro lettore,
prima di concludere per una azoospermia bisogna ripetere l'esame del liquido seminale nelle condizioni più idonee possibili. Il laboratorio da parte sua, prima di concludere per una azoospermia, deve fare una ulteriore valutazione del campione raccolto dopo citocentrifugazione. Confermata l'assenza di spermatozoi nell'eiaculato bisogna contattare un andrologo esperto in patologia della riproduzione umana. Comunque, se desidera avere più informazioni su questo tipo di problematiche, le consiglio anche la lettura del facile manuale, scritto dalla dra Elisabetta Chelo, "Quando i figli non arrivano", CIC edizioni internazionali, Roma.
Un cordiale saluto.

Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Specialista in Urologia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Salute maschile


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube