Spett.le dottore mia madre prendeva 20 mg di omeprazolo la mattina

21 aprile 2015

Spett.le dottore mia madre prendeva 20 mg di omeprazolo la mattina




16 aprile 2015

Spett.le dottore mia madre prendeva 20 mg di omeprazolo la mattina

Spett. le Dottore mia Madre prendeva 20 mg di omeprazolo la mattina (dopo che è stata ricoverara per dei sanguinamenti allo stomaco causate da delle ulcerette a seguito di una cura a base di DICLOREUM per una lombosciatalgia senza l'assunzione del gastroprotettore ).
Essendo cardiopatica (fibrillazione atriale) e sofferente di una Ipertensione polmonare il cardiologo le ha prescritto per un mese un'altra compressa di omeprazolo sempre da 20 mg la notte in preparazione dell'assunzione dell'anticoagulante Eliquis alla dose di due compresse al giorno da 2, 5 mg (mattina e notte) in quanto non poteva più assumere la cardioaspin.
Avendo scoperto con piacere il vostro sito vorrei domandarle visto che ormai assume l'Eliquis da più di un mese deve continuare a prendere sempre due compresse di omeprazolo da 20 mg o solo una?
Inoltre vorrei chiederle se l'Eliquis ha bisogno di controlli periodici visto che il piano terapeutico fatto dal cardiologo prevede 52 settimane.
Vi chiedo un parere non per sfiducia del medico curante attuale ma vorrei tanto avere una vostra consulenza a riguardo.

I farmaci che mia madre assume per le patologie elencate sono: lasix, isoptin, lasitone, omeprazolo, deursil, eliquis.

Ringraziandovi per una entuale e gradita risposta vi saluta cordialmente Simone

Risposta del 21 aprile 2015

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Sì, può ridurre l'omeprazolo. L'anticoagulante che assume ora non richiede controlli periodici. Auguri per la mamma.


Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube