Spondilolistesi ed ernia

07 ottobre 2005

Spondilolistesi ed ernia




04 ottobre 2005

Spondilolistesi ed ernia

Egregio dottore,
il problema che descrivo è iniziato nel mese di aprile, in un periodo di forte stress (a pochi giorni del matrimonio ).
Mentre facevo le scale ho avvertito un improvviso e forte dolore alla schiena, che il giorno successivo si è spostato alla gamba destra.
Ho effettuato la RMN di cui riporto esito:
"Sostanzialmente regolare il calibro dello speco vertebrale.
A L4-L5: ernia discale posteriore mediana comprime il sacco durale e la porzione emergente delle radici spinali L5.
A L5-S1: disco intersomatico leggermente ridotto di spessore anche per la presenza di fenomeni degenerativi e di una modesta spondilo-listesi di L5 su S1.
Coesiste erniazione intraforaminale destra con compressione della radice spinale L5. "
Ho curato con nimesulide, gabapentin e magnesio per circa un mese. Durante la cura il dolore era quasi del tutto scomparso.
Adesso saltuariamente si ripresenta il dolore alla gamba (quando sono in piedi) ed un fomicolio (più o meno intenso a seconda dei giorni) al piede destro.
Vorrei porre alcune domande:
- il mio problema è l'ernia o la spondilolistesi?
- le due problematiche sono correlabili?
- qual'è il modo migliore per risolvere il problema o almeno non aggravarlo?
- che tipo di attività fisica è sconsigliata e quale consigliata (mi piace molto la corsa, la ginastica a corpo libero, il ciclismo )?
In attesa di riscontro ringrazio anticipatamente

Risposta del 07 ottobre 2005

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI MIGLIACCIO


Gentile signore,
La RNM è abbastanza eloquente e i sintomi da Lei riferiti sono congrui con la patologia evidenziata.
La Sua sintomatologia è prevalentemente se non esclusivamente dovuta all'ernia del disco.
La sponilolistesi, che mi sembra di basso grado, non dovrebbe avere alcun ruolo nella sua sintomatologia. In ogni caso sarebbe bene che eseguisse dei radiogrammi della colonna lombo-sacrale nelle proiezioni funzionali per valutare appunto il grado della listesi.
Ovviamente dovrei visitarLa per poterLe dare un parere di maggior certezza e decidere la terapia da adottare che però mi sembra destinata ad essere chirurgica.
Consulti un neurochirugo o un ortopedico che si occupa di chirurgia vertebrale.
Se lo crede, mi faccia sapere

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Mente e cervello


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube