Stitichezza e ragadi

16 luglio 2005

Stitichezza e ragadi




13 luglio 2005

Stitichezza e ragadi

Io da sempre per una cattiva alimentazioni ho problemi di Stitichezza, ultimamente quando vado per evacuare, oltre a fare fatica ho dei forti bruciori, mi imbarazza parlare di ciò, ma forse non ho una buona elasticità dei tessuti e a volte sanguino perchè si formano dei tagli.
cosa devo fare?
Grazie per l'attenzione

Risposta del 16 luglio 2005

Risposta a cura di:
Dott.ssa WANDA VENOSA


Gent. Ma Signora,
forse è inutile che Le dica che sarebbe necessario adottare un regime alimentare più idoneo (frutta, verdura) ed introdurre almeno un litro e mezzo di acqua al giorno per migliorare la stipsi. Un sicuro giovamento per il transito intestinale lo avrà se inizia ad assumere del LATTULOSIO sciroppo (un cucchiaino alla sera per 7-10 giorni aumentando SE NECESSARIO poi ad un cucchhiaio). Ha un sapore molto dolce, in quanto è uno zucchero che permette di ammorbidire le feci e regolarizzare l'intestino. Può essere usato per lunghi periodi. L' effetto collaterale più segnalato è (di solito solo nel primo periodo) la flattulenza soprattutto in pazienti che ne assumono di propria volontà, quantità maggiori di quelle consigliate sopra (più ne assumo prima agisce. . . ).
Per le ragadi Le consiglio una visita proctologica; infatti possono sì essere causate dalla stipsi ma anche da un' ipertono dello sfintere anale, ipotesi quest'ultima che si risolve con terapia medica appropriata e/o uso di dilatatori.
Cordiali saluti

Dott. Ssa Wanda Venosa
Medicina generale convenz.
COLLEGNO (TO)

Ultime risposte di Malattie infettive


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube