Strani sintomi

08 dicembre 2007

Strani sintomi




05 dicembre 2007

Strani sintomi

Gentile dottore, le scrivo in quanto sono molto confusa sulla mia situazione attuale e non posso domandare la mio dottore in quanto verrei ritenuta ipocondriaca( forse avendo pur ragione!) L'anno scorso ho avuto il primo attacco di panico. Sintomi come sbandamento, nausea, tachicardia, parestesie hanno dominato la mia vita completamente evocando in me risposte di tipo evitanti. al primo attacco il dottore mi prescrisse delle benzodiazepine che non ho più assunto per l'effetto collaterale che mi aveva causato (allucinazione visiva, mancanza di memoria e stato di calma davvero inabilitante)sono stata da una psicologa e da un paio di mesi mi sono riappropriata della mia vita riuscendo ad affrontare le situazioni dalle quali fuggivo per paura di avere l'attacco di panico. Il problema però si è spostato su un'altro fronte: da quel giorno io non mi sento più la stessa: mi incanto fiisando il vuoto, mi si annebbia la vista con presenza di lampi luminosi, spesso si manifesta una sensazione di sbandamento come se stessi camminando su un tappeto elastico, mi stanco con una facilità incredibile e cosa molto strana si informicolano i lati del naso accanto agli occhi. Gli esami che mi hanno prescritto sono stati esami del sangue completi, ecodoppler cardiaco, ecografia della tiroide. Non è stato evidenziato nulla s enon un'attività tiroidea nei limiti inferiori. per la vista sono stata dall'oculista (soffro di ambliopia all'occhio sinistro quindi il disturbo lo noto solo con l'occhio destro)il quale non ha evidenziato nulla di anomalo se non un affaticamento visivo forte dato dal fatto che leggo molto. i problemi più invalidanti restano per me la vista e questo mio frequente incantarmi. dipende ancora tutto dall'ansia? avendo una cugina che soffre gravemente di sclerosi multipla mi stanno venendo serie preoccupazioni ipocondriache e avevo bisogno di chiedere a qualcuno. la ringrazio per l'attenzione, spero possa rispondermi.

Risposta del 08 dicembre 2007

Risposta a cura di:
Dott.ssa MARIA ADELAIDE BALDO


Visto il precdente della cugina capisco la sua preoccupazione e fa bene a fare esami di valutazione. Però ricordi che anche questi sintomi possono essere legati all' Ansia e ad una forma particolare di somatizzazione dell' Ansia. Dovrebbe valutare in particolare se non sia il caso di usare anche ansioltici oltre alla psicoterapia.

Dott. Ssa M. Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)

Ultime risposte di Mente e cervello




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa