Streptococcus faecalis

09 ottobre 2004

Streptococcus faecalis




Domanda del 06 ottobre 2004

Streptococcus faecalis


E' da circa 6 mesi che sono risultato positivo all'esame della spermiocultura allo STREPTOCOCCUS FAECALIS, dopo 3-4 cicli di cura antiobitiche con Fluociprin-Klacid e Bassado cicli di 20- 23 giorni ciascuno intervallati da un periodo di riposo di 20 giorni per ripetere le analisi, continuo ad avere bruciore nella minzione e pollacchiuria; malgrado l'esito degli ultimi 2 esami di spermiocultura fossero stati negati. Infatti il mio medico mi ha prescritto il tampone uretrale, il quale è risultato positivo. Gentilmente Vi chiedo delucidazioni in merito al batterio, perchè nessuno mi ha ancora detto se si tratta di un batterio pericoloso e difficile da combattere con i normali antibiotici e gli eventuali problemi futuri che possono dipendere dall'aver contratto questo batterio; se è normale che dallo sperma ora si sia localizzato nell'uretra e se questo può essere un segno positivo o meno; se esistono degli antibiotici più specifici o iniezioni più efficaci per combattere questo batterio, poichè sono stanco oltre che preoccupato di assumere continuamente antibiotici; infine se è un batterio che si trasmette sessualmente. Vi sono grato per le risposte che mi vorrete fornirete e nell'attesa Vi auguro buon lavoro.
Risposta del 09 ottobre 2004

Risposta di GIOVANNI BERETTA


Una infiammazione da Streptococcus faecalis a livello delle vie urinarie non è rara e generalmente ben trattata con una normale antibioticoterapia. Importante è evitare le recidive e quindi è di fondamentale importanza cambiare stile di vita ( cibo, fumo, assunzione di acqua,ecc). Questo microorganismo non si trasmette solo per via sessuale ma è bene ,nella fase acuta e sotto antibioticoterapia ,utilizzare il preservativo durante i rapporti . Cordiali saluti. Dott. Giovanni Beretta urologo andrologo.

Dott. giovanni beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
FIRENZE (FI)



Il profilo di GIOVANNI BERETTA
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Ultime risposte di Salute maschile



Potrebbe interessarti
Attività fisica e calo del testosterone
Salute maschile
29 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Attività fisica e calo del testosterone
Tumori maschili, dieci regole per prevenirli
Salute maschile
17 marzo 2018
Notizie e aggiornamenti
Tumori maschili, dieci regole per prevenirli