Tachicardia e anemia

06 febbraio 2017

Tachicardia e anemia




03 febbraio 2017

Tachicardia e anemia

Buonasera dottori.

Sono una ragazza di 24 anni e da parecchio tempo (un anno da quando me ne sono accorta, quindi il problema, possibilmente, esisteva anche da prima) ho i battiti costantemente accelerati, proprio sempre. A volte, la mattina, toccavo i 130bpm appena alzata dal letto. Per questo motivo sono andata diverse volte in ospedale a Londra (poiché vivo qui) e tutte le volte che mi facevano l'elettrocardiogramma, era tutto nella norma. Ho anche fatto l'ecg 24h e ciò che usciva era un normalissimo battito accelerato.

Non mi hanno mai voluto prescrivere nulla nonostante io li avessi pregati poiché questa tachicardia mi rendeva letteralmente invalida.

Così decisi di scendere in Italia e di parlare con un cardiologo il quale ha rilevato tachicardia sinusale con nessuna complicanza al cuore.
Come possibile cura ha pensato ad ansiolitici (poiché io sono parecchio ansiosa) o, alternativamente a betabloccanti (bisoprololo 1. 25 Cardicor, una compressa la sera ).

Poiché gli ansiolitici non avevano alcun effetto, ho cominciato ad assumere Cardicor e devo dire che funziona piuttosto bene. La frequenza si mantiene intorno ai 75bpm, a volte tocco i 60. Altre volte, purtroppo, rimane alto (95bpm circa) per l'intero giorno.

Ora, quello che mi chiedo è: poiché sono anemica (PORTATRICE SANA DI Anemia MEDITERRANEA ), è possibile che questo battito accelerato costantemente sia dovuto al minor apporto di ossigeno nei miei tessuti e che, di conseguenza, il mio cuore debba pompare di più per compensare?

L'esame della tiroide è negativo. Nessuno capisce il perché di questo battito rapido.

Se questa accelerazione fosse dovuta alla mia Anemia, è possibile seguire una cura per migliorarla e decelerare i battiti? Posso seguirla mentre assumo i beta?

La mia vera Ansia è che mi sono fissata sulla cosa che chi ha i battiti accelerati " vive meno" poiché il cuore si stanca (non so se sia una regola standard) quindi sto cercando in tutti i modi di farlo decelerare.

Grazie doctors

Risposta del 06 febbraio 2017

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Sono d'accordo sulla terapia. Come lei sa, l'Anemia mediterranea è una forma congenita e non esistono cure. L'organismo supplisce al ridotto volume dei globuli rossi con l'aumento del loro numero, per cui l'ossigenazione dei tessuti è assicurata. La storia della minor durata di vita con la frequenza aumentata, la dimentichi subito.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa