Terapia dopo diagnosi

16 novembre 2005

Terapia dopo diagnosi




13 novembre 2005

Terapia dopo diagnosi

Dopo aver effettuato una T. A. C. della colonna vertebrale, si è evidenziata una ptotrusione discale ad ampio raggio con impronta sul sacco durale e sviluppo intraforaminale bilaterale in L4 e L5 e protrusione discale associata a reazione osteofitosica da accompagnameno con sviluppo intraforaminale bilaterale più marcato a sinistra in L5-S1.
Ho perennemente male alla schiena, questo dolore si dirama fino all'alluce del piede sx ed al polpaccio della gamba dx.
Gli antidolorifici prescrittimi dal fisiatra non ottengo più alcun risultato. Inoltre non ottiene più alcun effetto la ginnastica prescrittami sempre dal fisiatra. Come posso fare per alleviare il dolore che mi tormenta?
Ringrazio anticipatamente per la risposta e porgo i miei più cordiali saluti

Risposta del 16 novembre 2005

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI MIGLIACCIO


gentile signora,
probabilmente i suoi dolori sonodati dalla compresione del del disco sulle radici, sia dai forami, dove passano le radici nervose che vanno agli arti inferiori, ristretti e quindi con ulteriore sofferenza delle radici.
Non posso esprimermi sulla terapia non potendola visitare e non visionando la TAC, ma penso che la soluzione dei Suoi problemi è l'intervento chirurgico.
Si sottoponga anche a una RMN per valutare le "condizioni" dei dischi e poi consulti un neurochirurgo.
MI faccia sapere

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Mente e cervello


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube