Test per helicobacter

30 gennaio 2016

Test per helicobacter


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


29 gennaio 2016

Test per helicobacter

Salve a tutti. Ho delle perplessità circa un eventuale test per l'helicobacter che dovrei effettuare. Specifico che al momento il dottore mi ha prescritto una cura con omeprazolo (40mg al giorno per 15gg) per il trattamento di GERD. Mi ha già anticipato che se tale terapia non dovesse risolvere gli svariati problemi, che sto avendo connessi alla Malattia da reflusso gastroesofageo, dovrò effettuare il test per l'helicobacter. Il mio dubbio ora è il seguente: so che per non bisogna assumere alcun farmaco, incluso l'omeprazolo, da 1 a 4 settimane prima del test. Come potrò "sopravvivere" per tale periodo? mi spiego, se non assumo nulla (omeprazolo, gaviscon etc) non riesco a mangiare/digerire nulla, ho dolori acuti retrosternali e bruciori dalla bocca dello stomaco a risalire sino alla bocca. Ma non sarebbe possibile prescrivere la terapia antibiotica "direttamente" diciamo senza fare il test? Ringrazio in anticipo per qualsiasi delucidazione.

Risposta del 30 gennaio 2016

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


La cura per l' Helicobacter comprende 4 farmaci ( tra cui 2 antibiotici ) da prendere, insieme per 7-10 giorni. Quindi non è pensabile eseguirla senza la certezza della presenza dei batteri. In alternativa al test del respiro può eseguire il dosaggio degli anticorpi anti-Helicobacter nel sangue : questo esame è valido anche durante l' assunzione dell' omeprazolo.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Tags:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
La stipsi nel paziente cronico
Stomaco e intestino
30 marzo 2021
Sintomi
La stipsi nel paziente cronico
Infezioni correlate all’assistenza, al via la campagna #ALLEAMICI
Stomaco e intestino
22 dicembre 2020
Notizie e aggiornamenti
Infezioni correlate all’assistenza, al via la campagna #ALLEAMICI