Titolo antistreptolisinico alto...per i dr.i grasso e di bartolomei

19 aprile 2006

Titolo antistreptolisinico alto...per i dr.i grasso e di bartolomei




16 aprile 2006

Titolo antistreptolisinico alto...per i dr.i grasso e di bartolomei

Egregi dr. I Tonino Grasso e Piero Di Bartolomei, vorrei sapere come mai, considerate un TAS elevato come normale, è solo la traccia lasciata da pregresse infezioni, quando non ci sono elementi patologici. Poi se il paziente presenta successivamente elementi patologici cosa fate? Non sarebbe meglio prevenire le patologie invece di attendere che si presentino? Sono molto interesata alle terapie che eventualmente praticate in casi simili. Grazie e saluti

Risposta del 19 aprile 2006

Risposta a cura di:
Dott. TONINO GRASSO


Gentile signora,
intorno alla TAS, non da sola ma abbinata alla VES, si è fatto in passato molto allarmismo, peraltro allora giustificato da una certa incidenza della "Malattia Reumatica", quella che secondo un noto aforisma "morde il cuore e sfiora le articolazioni", che seguiva talvolta le infezioni da streptococco beta-emolitico. Però c'era tutto un corteo sintomatologico, alla sola presenza del quale si concretizzava quella malattia. Già allora gli addetti ai lavori dovevano darsi un gran daffare per tranquillizzare quelle mamme che riscontravano un TAS elevato nei loro bambini, tanto che i nostri professori ironizzavano sulla cosa dicendo che le novelle spose uscivano di casa già erudite dalle madri, oltre che sulle altre cose della vita matrimoniale, anche sulla essenzialità del TAS e della VES.
Oggi, ancora a maggio ragione, possiamo asserire che un TAS isolato non è sinonimo di "malattia reumatica" e vorremmo sapere da lei, gentile signora, di quale altra malattia potrebbe esserlo. Grazie.

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)

Risposta del 19 aprile 2006

Risposta a cura di:
Dott. TONINO GRASSO


Ovviamente intendo dire quale patologia oltre a quelle riconosciute dipendenti da infezione da streptococco del gruppo B, come la glomerulonefrite post-streptococcica, rare artriti settiche e rare infezioni dei tessuti molli, che, come la famigerata malattia reumatica, vengono diagnosticate quando si verificano, altrimenti semplicemente non esistono. In quest'ultimo caso il TAS elevato non ha dunque alcun significato patologico, in quanto testimonia soltanto di una infezione pregressa o anche in atto, che però non ha causato patologie con meccanismo immunitario e quindi non è in grado, evidentemente, di causarle nel paziente in questione.
Spero di essere stato chiaro.

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)

Ultime risposte di Malattie infettive


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube