Trauma post-infarto

01 gennaio 2015

Trauma post-infarto




26 dicembre 2014

Trauma post-infarto

Gentili Medici,
cerco di esporre nel modo più esaudiente possibile l'accaduto e quindi la mia domanda.
Mio padre 8 giorni fa ha avuto un Infarto di intensità notevole. Infatti accusava i primi sintomi la mattina (dolore toracico confuso con mal di pancia) e l'Infarto è avvenuto la sera tardi. E'stato rianimato dopo quasi un minuto di arresto cardiaco. Gli è stata fatta l'angioplastica ed è stato tenuto in coma farmacologico per 72 ore. Si è svegliato in ritardo di alcune ore. Inoltre sono stati fatti esami ripetutamente, cioè la tac, affinchè non ci fossero più dubbi che il quadro ischemico fosse delineato o meno.
Non risulta nessun danno neurologico, nessun ictus o simili.
Solo un Infarto cardiaco.
Ma mio padre non sembra essere proprio in forma. E'sommerso dalle paranoie e da fissazioni illogiche e irrazionali. Sembra che sogni mentre è sveglio. Quello che dice e che pensa è materiale onirico che confonde con la realtà ;. Vede cose che non ci sono e la sua memoria, dopo l'Infarto, è molto labile.
Si riprenderà? Dovrei ricorrere a neurologi o forse psicologi?
Potrà migliorare oppure mio padre non sarà più lui mai più?
Ringrazio in anticipo,
Cordiali Saluti

Risposta del 01 gennaio 2015

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


È difficile risponderle, non conoscendo bene la situazione. È troppo presto, suo padre ha appena superato uno shock e ha avuto dosi abbondanti di sedativi forti. Ci vuole ancora un po'di tempo.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube