Trigemino

01 dicembre 2005

Trigemino




28 novembre 2005

Trigemino

Egregio Dottore, sono una ragazza di 23 anni.
A metà ottobre, ho avvertito per alcuni giorni dolore al trigemino (mi era
già capitato in passato), in particolare sull’arcata dentale superiore, zigomo
e tempia, solo nel lato sinistro del viso.
Su consiglio del mio medico ho inziato una cura con Lyrica 75, una pastiglia, 2 volte al giorno.
Dopo aver assunto la prima compressa il dolore era già notevolmente migliorato. Dopo due giorni ho fatto una visita dal neurologo, il quale si è limitato ad ascoltare la mia storia clinica. Dopo mi ha confermato che la terapia che sto seguendo è corretta, e di assumere il Lyrica per un mese, passando subito ad una sola pastiglia al giorno.
Questa visita mi è sembrata superficiale, perchè il neurologo si è limitato ad ascoltarmi e a confermarmi che la terapia è corretta. Lei che ne dice? Vorrei sentire il parere di un altro medico.
comunque, dopo 10 gg. di cura, il dolore era passato completamente, e siccome le compresse mi provocavano una forte sonnolenza, ho deciso di interrompere la cura, riducendo gradualmente la dose.
Dopo due settimane il dolore al trigemino si è ripresentato, quindi il mio medico mi ha detto di ricominciare con il Lyrica e di assumerlo per un mese, prima di fare accertamenti più "profondi".
Vorrei sapere da lei se è normale che il dolore si sia ripresentato, oppure ci potrebbe essere una "causa scatenante". Ho pensato a problemi dentali, ma i denti sono sani, e, soprattutto, assumendo Lyrica, il dolore sparisce.
Grazie mille.

Risposta del 01 dicembre 2005

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI MIGLIACCIO


Cara ragazza,

continui a prendere il farmaco. Potrebbe fare una anigio- RMN encefalo per escludere cause compressive sull'origine del nervo trigemino.
Mi faccia sapere
Cordialità

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Mente e cervello


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube