Tumore cerebrale

11 settembre 2005

Tumore cerebrale




05 settembre 2005

Tumore cerebrale

Nel 1994 a mio padre è stato diagnosticato un tumore al cervello sul lobo
frontale sx (oligodendroglioma) asportato con metodo chiururgico.
Nel 1996 purtroppo un'altra formazione tumorale si è presentata nella
medesima zona (oligoastrocitoma) anch'esso asportato chirurgicamente. In
questo caso la zona è stata trattata con chemioterapia e radioterapia.

Nel corso dei quasi 10 anni trascorsi mio padre ha dovuto convivere con
crisi epilettiche di tipo non convulsivo che abbiamo sempre pensato
dovessero essere, insieme alle 14 pastiglie giornaliete, il suo ultimo
supplizio.

Oggi Vi chiedo un parere alla luce di quanto emerso dalla risonanza il cui esito è stato il seguente:
Rispetto al precedente controllo eseguito nel settembre 2003 si osserva una lieve maggiore estensione della estesa alterazione localizzata in sede fronto temporo insulare sn soprattutto per quanto rigurarda la componente a sviluppo nel talamo. E'comparso un effetto di massa sul terzo ventricolo che è attualmente assottigliato e lievemente dislocato verso dx.
Modestamente aumentato anche l'effetto di massa sulla cella media omolaterale.
Sostanzialmente invariati i restanti reperti; in particolare dopo contrasto non si osservano immagini di enhancement patologico.

Attendo fiducioso un vs riscontro "sincero"!

Risposta del 11 settembre 2005

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI MIGLIACCIO


E' molto verosimile, purtroppo, che si tratti di recidiva del processo espansivo tumorale. Consulti subito i Neurochirurghi che lo hanno avuto in cura.
Cordialità ed auguri

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Mente e cervello


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube