Una vita da schifo

03 dicembre 2006

Una vita da schifo




27 novembre 2006

Una vita da schifo

Salve illustri dottori, vi scrivo più per sfogarmi che per altro, poichè so benissimo che nonostante questo sfogo, le cose non cambieranno, ma almeno avrò reso partecipe qualcuno del mio dolore. Vivo una vita da schifo, ho 18 anni, in famiglia siamo in sei e abbiamo problemi economici, infatti mio padre è costretto a lavorare fuori a Milano(anche per questo motivo, non potendolo vedere spesso, ho un rapporto quasi nullo con lui). Mia madre fa la casalinga ed io nel mio piccolo cerco di causare meno problemi possibili, cercando di non essere troppo esigente. Il solito luogo comune che i soldi non fanno la felicità è una pura presa per i fondelli, si sa benissimo che con i soldi si ottiene di tutto di più, parlo anche di divertimenti, magari con i soldi ci si potrebbe andare a fare un bel viaggetto e svagarsi un pò, inoltre vedere i tuoi coetanei che hanno tutto e subito, mentre tu vivi una vita poco lussuosa, ti logora dentro. Per quanto concerne la vita "sentimentale", non ho mai avuto una ragazza pur avendo 18 anni. . . . Il problema non è tanto l'approccio, poichè ho la maggior parte degli amici di sesso femminile, quanto la "timidezza", se così si può chiamare. Instauro un bellissimo rapporto con le ragazze, per me all'inizio sono tutte alla pari, cerco una ragazza che nn sia solo bella, ma che abbia anche un bel carattere, per cui mi ci vuole un pò di tempo e neanche mi rendo conto che mi possano piacere, che già siamo diventati amici e il dichiararmi con un supereventuale no, potrebbe mettere a repentaglio la nostra amicizia. Poi sono reduce da una lunga storia platonica, un tira e molla durato 2 anni, da cui diciamo che ne sto uscendo solo oggi, praticamente è stata una perdita di tempo. La mia personalità insicura sono certo che sia stata iperbolizzata dal fatto che alle scuole medie in larga misura e minormente ora alla ragioneria mi prendevano in giro, chiamandomi omosessuale, un pò per la voce poco bassa e un pò per le mie amicizie femminili. Attualmente sto cercando di farmi scivolare queste critiche, ma senza ombra di dubbio mi vanno poco a genio, sopratutto quando già sto depresso per cavoli miei. Queste critiche influenzano molto la mia sfera sociale, che è ristretta alla scuola, cioè nn esco mai, solo per andare a scuola e queste critiche da parte sopratutto d'amici che ritenevo tali, m'hanno provato profondamente e hanno lasciato ferite dentro di me che non si rimargineranno mai. All'apparenza dò poco a vedere di questi miei problemi, sono bravo a mascherarmi con quella faccia sempre sorridente, ma reprimi e reprimi e poi mi capita di avere pianti dove riesco difficilmente a pronunciare le parole tutte d'un fiato, proprio come quando ero piccolo e piangevo per i rimproveri di mamma e papà;una cosa è certa, e cioè che una volta aperta la valvola di sfogo la richiudo difficilmente. Ho cercato di affievolire questi problemi parlando con la psicologa della scuola, la quale m'ha dato consigli ottimi, indiscutibili, sono uscito di lì davvero più forte, sentivo di poter conquistare il mondo, la mia falsa sicurezza è stata minacciata da una presunta perdita di lavoro da parte di mio padre, che ho superato, pensando in modo positivo. Ma poi una minima critica a scuola, un problema in famiglia sono bastati per farmi cadere tutta quella sicurezza acquisita. Poi stanotte un sogno terribile, tanto da farmi svegliare nella notte(mai capitato) con affanno e una leggera tachicardia. Quest'incubo riguardava mio padre e so che sta per accadere qualcosa o a lui o alla famiglia. So che il problema è dentro di me, io so benissimo cosa dovrei fare, ma non lo faccio. . . . . Sono un falso depresso?Forse. . . Sono un masochista che ha voglia di lamentarsi?Forse. . . . . Tutta quella sicurezza di saper cosa fare sta scemando lentamente. Grazie per l'ascolto e l'eventuale risposta.

Risposta del 03 dicembre 2006

Risposta a cura di:
Dott. GASPARE PALMIERI


credo che lei sia una persona molto introspettiva con buone risorse interne. . Poi ha 18 anni e scusi la banalità. . Tutta la vita davanti

Dott. Gaspare Palmieri
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Specialista in Psichiatria
MODENA (MO)

Ultime risposte di Mente e cervello




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa