Varici extrasafeniche

30 aprile 2007

Varici extrasafeniche




27 aprile 2007

Varici extrasafeniche

Dopo un paio di visite di cui un ecocolordoppler degli assi venosi degli arti inferiori è risultato che nell'asso venoso profondo non ci sono alterazioni e nel circolo superficiale gli assi di safena interna hanno dimensioni nella norma, sono comprimibili, pervii con flussi fasici e modulati etc. Nel tratto ditale dell coscia, posteriormente, al passaggio fra asse femorale e poplitea, si osserva una grossa perforante che si superficializza a formare un circolo varicoso locale;un altra perforante è visibile allo sbocco della vena gemellare interna e forma un circolo superficiale più modesto che confluisce nel circolo descritto. Le vv. safene esterne sono comprimibili, con flusso fasico e normoreagenti alle compressioni distali bilateralmente. Si conclude per presenza di circolo varicoso extrasafenico che non induce insufficienza venosa. La domanda è: E' il caso di programmare un intervento per eliminare il problema?

Risposta del 30 aprile 2007

Risposta a cura di:
Dott. LUCIO PISCITELLI


Con i limiti di un giudizio a distanza l'intervento chirurgico sembrerebbe indispensabile, ma va programmato anche sulla base dei sintomi lamentati e dei rilievi clinici (visita).

Dott. Lucio Piscitelli
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia generale
Specialista in Chirurgia vascolare, angiologia
NAPOLI (NA)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa