Vene

29 maggio 2006

Vene




26 maggio 2006

Vene

salve, sono andata da un chirurgo vascolare perche' ho le vene della gamba sinistra gonfie e doloranti. mi ha detto che ho un'issufficienza venosa del 3° livello. dice : la crosse safeno-femorale e' incontinente con reflusso severo che si estende fino al malleolo. mi ha detto che e' da operare. pero' ho un problema ben piu' grave, cioe' ho l'epatite autoimmune e assumo cortisone da 13 anni. ho 38 anni. cosa mi consigliate di fare ? cordiali saluti

Risposta del 29 maggio 2006

Risposta a cura di:
Dott. PIER LUIGI SPADA


Gentile Signora,

sebbene il cortisone possa rappresentare un problema (cute più delicata, maggior rischio di infezioni, fragilità vascolare) così come l'epatopatia, questi non sono comunque delle controindicazioni all'intervento. E' importante che il chirurgo sia al corrente delle sue condizioni (funzionalità epatica, quadro coagulativo) e delle terapie che lei assume. Esistono diversi trattamenti per l'insufficienza venosa degli arti inferiori; la scleroterapia, lo stripping, la valvuloplastica (con conservazione dell'albero venoso) solo per citarne alcune.
Il chirurgo deve essere in grado di chiarire quale opzione sia la più adeguata per la sua condizione.
Sicuramente vanno trattate per evitare complicanze più fastidiose nel futuro

Cordialmente

Dott. Pier Luigi Spada
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Chirurgia generale
ROMA (RM)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa