Verifica malattie sessualmente trasmissibili

14 dicembre 2005

Verifica malattie sessualmente trasmissibili




11 dicembre 2005

Verifica malattie sessualmente trasmissibili

In seguito ad un rapporto sessuale "non protetto" qual è il metodo più rapido semplice ed efficace per verificare se si sono contratte malattie (epatite, AIDS, ecc. )? Un esame del sangue è sufficiente? e. . . se si è fatto affidamento sul coito interrotto, ci sono maggiori sicurezze che non ci siano state infezioni/trasmissioni di alcun tipo? Grazie

Risposta del 14 dicembre 2005

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI BERETTA


Per capire se, dopo un rapporto sessuale a rischio non protetto, si è incorsi in una delle numerose malattie a trasmissione sessuale è bene monitorizzare attentamente la situazione con il proprio medico curante in funzione dei vari tempi di latenza e di comparsa dei microorganismi che causano queste malattie (ad esempio l'HIV è di circa sei mesi). Purtroppo il coito interrotto non costituisce un metodo per evitare questo tipo di problematiche. Cordiali saluti.

Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Specialista in Urologia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Sessualità

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa