Vertigine

29 dicembre 2005

Vertigine




21 dicembre 2005

Vertigine

Salve, ho 31 anni, il 17 Novembre mentre lavoravo ho avuto all'improvviso una sensazione di vertigine e per un istante come se non sentissi più nulla. . . Come vuoto alle orecchie voci lontane, il tutto è durato un istante ma sono una persona molto ansiosa e da li ho iniziato ad avere tachicardia, per la paura, senso di nausea, tremarella formicolio alla testa. . . Sono corsa al pronto soccorso, dove, prima mi hanno controllata vista fatto qualche domanda poi si hanno fatto prelievo del sangue da cui è risultato alto il fattore del muscolo dopo 6 ore mi hanno fatto l'esame per vedere se era infarto ed è risultato negativo. . . Il valore era alto perchè avevo ripreso da una settimana attvità fisica intensa dopo un anno di fermo. . . Il mio dubbio ora è. . . . Perchè non hanno pensato ad un caso di TIA? ripeto sono molto ansiosa e ad oggi non vivo assolutamente bene temendo che possa essere stato un campanello d'allarme per un eventuale attacco ischemico. . . L'altra sera presa dall'ansia sentivo tutto il corpo pesante e anche oggi ho una strana sensazione di pesantezza ad un braccio in più ho avuto un ronzio strano all'orecchio. . . Sono molto in ansia. . . . Cosa devo fare?

Risposta del 27 dicembre 2005

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI MIGLIACCIO


Perchè avrebbero dovuto pensare a un TIA? Lei probabilmente ha avuto una prelipotimia ( un senso di mancamento) le cui cause possono essere banalissime.
Non stia in Ansia, ne parli con il Suo medico e guardi meno trasmissioni televisive che parlano di medicina perchè queste non servono a far comprendere nulla al profano ma solo a creargli più problemi.
Cordialità ed auguri

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)

Risposta del 29 dicembre 2005

Risposta a cura di:
Dott.ssa MILENA DE MARINIS


Sembra che lei abbia vuto una "lipotimia", un malessere transitorio, che non ha nulla a che vedere con un TIA (attacco ischemico transitorio) che si sarebbe presentato con una diversa sintomatologia clinica.
Controlli con il suo medico curante la pressione arteriosa, effettui degli esami di routine ecc.
Si tranquillizzi. Se dovesse avere altri sintomi neurologici ben precisi può effettuare una visita neurologica.

Prof. Milena De Marinis
Universitario
Specialista in Neurologia
ROMA (RM)

Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa