Vertigini da ansia

04 gennaio 2007

Vertigini da ansia




01 gennaio 2007

Vertigini da ansia

Nel 1999 a seguito probabilmente di stress da lavoro sono stato colpito da attacchi di panico. Credo e anzi sono convinto che il mio medico e altri non si siano accorti per tempo del mio disturbo facendom fare integratori alimentari e vitamine. Piano piano hanno individuato la causa e ho iniziato a curarmi (praticamente dopo 5 mesi dal mio primo attacco). Ho iniziato con antidrepressi e ansiolitici, ho provato anche omeopatia e oggi riesco a vivere la mia vita abbastanza tranquillamente con una pasticca di paroxetina al giorno (metà al mattino e metà a cena). Mi ero rassegnato ormai a vivere la mia vita con gli antidepresivi nonostante il mio impegno giornaliero per il mio lavoro (sono un ispettore della guardia di finanza) che comunque non mi ha mai creato particolari problemi quando ho letto un articolo del Prof. Giampaolo Perna responsabile del centro disturbi d'ansia del San Raffaele di Milano dove evidenzia che per combattere le vertigini da ansia (cosa che mi è tuttora rimasta e che è la prima cosa che ho più sofferto dal mio primo attacco d'ansia) lui prescrive antidrepressivi che si chiamano SSRI da prendere una volta al giorno per circa un anno e affiancati da alcune sedute di psicoterapia risolvono in maniera definitiva il problema. Vorrei sapere il vostro parere.

Risposta del 04 gennaio 2007

Risposta a cura di:
Dott. GASPARE PALMIERI


la paroxetina che lei prende fa parte degli SSRI. per i disturbi d' Ansia affiancare la farmaco alla psicoterapia può essere veramente risolutivo. quindi può considerare di affiancare una psicoterapia cognitiva alla terapia farmacologica.

Dott. Gaspare Palmieri
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Specialista in Psichiatria
MODENA (MO)

Ultime risposte di Mente e cervello




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa