Vivere ad alte quote

09 gennaio 2015

Vivere ad alte quote




05 gennaio 2015

Vivere ad alte quote

Succintamente.
Da alcuni anni lavoro (all’estero), nella capitale più alta del mondo (3. 600 mt slm).
Ho sempre praticato sport e mantenuto presione normale.
Da quando vivo in questa città ho la presione leggermente alta (diciamo 130-80, ma con punte maggiori).
Ma problemi si sono manifestati altrove. Quando torno in pianura (pressione normale) ho avuto spesso, diciamo ogni due mesi, episodi di tachicardia, abitualmente di breve durata, con un’unica eccezione (tutto un pomeriggio).
Può provocare vivere ad alte quote problemi che poi si aggravano una volta tornato a quote normali?
Può servire prendere farmaci riduttori di pressione quando sto in altura?
Che altro si consiglia?

Risposta del 09 gennaio 2015

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


E'naturale avere qualche disturbo quando si passa improvvisamente da un'altitudine a un'altra. Ma la sua pressione è perfettamente normale, quindi, secondo me, non ha bisogno di assumere alcun farmaco.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube