Volume dell'eiaculato

15 settembre 2005

Volume dell'eiaculato




11 settembre 2005

Volume dell'eiaculato

Gentile dottore, ho 37 anni e da circa un anno ho notato a fasi alterne una diminuzione del volume dell'eiaculato, ho fatto vari esami ormonali, eco trans rettale e visite sia urologiche e neurologiche dato che ho anche disturbi legati a forti periodi di stress ed entrambi i medici hanno cercato di rassicurarmi dicendomi che la quantita'dello sperma e'condizionata da molteplici fattori come libido, astinenza e durata dell'eccitazione. La domanda che pongo e'la seguente: Puo'esserci davvero una variazione significativa del volume dell'eiaculato ad es. con la masturbazione od un rapporto sessuale? quanto conta la fase di eccitazione che si protrae prima dell'orgasmo per Influenza re la quantita'emessa? grazie

Risposta del 15 settembre 2005

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI BERETTA


Le informazioni che ha ricevuto sono corrette : gli aspetti psicologici e la frequenza degli eventi eiaculatori sono i più importanti in assoluto, rispetto agli altri, nel determinare il volume di sperma eiaculato. In questo discorso devono essere compresi anche il tempo di durata della fase eccitatoria o le differenze di volume ottenuti con la masturbazione o con un rapporto sessuale. Cordiali saluti.

Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Specialista in Urologia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Salute maschile


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube