Vomito e diarrea post-prandiale e non solo

23 ottobre 2015

Vomito e diarrea post-prandiale e non solo




18 ottobre 2015

Vomito e diarrea post-prandiale e non solo

buonasera, vi espongo il mio problema:
è da un paio di mesi che accuso forti crampi addominali prevalentemente post-prandiali.
alcune volte i crampi, che sono sempre localizzati nel basso addome, compaiono inindipendentemente dall'alimentazione.
direi che un 50% delle volte il problema si risolve 5/10 min dopo aver scaricato: le feci sono per la maggior parte liquide.
capita rare volte che il tutto si accompagna con il vomito subito dopo il pranzo o la cena. sono davvero molto preoccupato perché non riesco a capire l'eziologia di tale problema
ho cercato di cambiare un po alimentazione cercando di mangiare più " sano" dato che ho sempre avuto una dieta non proprio sana.
il problema non si è risolto nemmeno cosi.
ho provato a fare 2 esami per il momento: parassiti feci e culturale entrambri negativi.
ipotizzo un intolleranza a qualche alimento ma i dolori non compaiono quando mangio un cibo in particolare ma sempre.
secondo voi che esami potrei fare? eco addome, test per le intolleranze o altro?
grazie infinite per le eventuali domande, cordiali saluti

Risposta del 23 ottobre 2015

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


L'eziologia è spiegabile in questo modo: quando introduciamo un cibo (qualunque cibo ), la motilità del colon (la peristalsi) aumenta, sia per certi riflessi automatici attraverso il nervo vago, sia per la produzione, da parte dell'organismo, di alcune sostanze che attivano, appunto, la peristalsi. La più nota fra queste si chiama colecistochinina. L'aumento della peristalsi fà sì che le feci " corrano " più velocemente, viene riassorbita meno acqua e risultano più acquose. Per lo stesso motivo possono comparire i dolori (di tipo spastico ), necessità urgente di evacuare e scomparsa dei disturbi dopo l'evacuazione. In alcuni soggetti questa serie di eventi può essere più marcata che in altri, come succede a lei. L'eco addome in questi casi non serve a nulla. I test per le intolleranze, purtroppo, non dànno risultati univoci.


Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino


Vedi anche:


Ultimi articoli
Rettorragia
26 novembre 2019
Sintomi
Rettorragia
Disbiosi intestinale: come si cura
22 novembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Disbiosi intestinale: come si cura
Cos’è la disbiosi intestinale
15 novembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Cos’è la disbiosi intestinale
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube