X il gent.mo dott.palmieri(risposta caso complesso)

29 gennaio 2007

X il gent.mo dott.palmieri(risposta "caso complesso")




26 gennaio 2007

X il gent.mo dott.palmieri(risposta "caso complesso")

La ringrazio infinitamente non solo della risposta, ma anche per avermi rassicurato in merito ad alcuni quesiti che Le avevo posto. Per quanto riguarda la sindrome da fatica cronica(che so perfettamente cos'è vista la mia ricerca passata sulle malattie)è da escludere anche qsta xkè tra le molteplici analisi fatte in quei periodi ho controllato il sistema immunitario(tipizzazione linfocitaria) e non vi erano assolutamente alterazioni. Avrei tre ultime domande da porLe: 1)letto il mio caso(paure, sensazioni. . ), mi potrebbe spiegare il tipo di disturbo che Lei pensa io abbia? 2)qualora decidessi di prendere farmaci(siccome so che è importante trovare il farmaco più adatto), quale pensa sia il caso che io prenda? 3)è vero che danno molti effetti collaterali? Grazie infinite. Saluti

Risposta del 29 gennaio 2007

Risposta a cura di:
Dott. GASPARE PALMIERI


credo che il suo disturbo rientri nell'ambito dei disturbi ansioso-depressivi.
i framaci che potrebbero aiutarla sono ansiolitici e antidepressivi (ma vanno valutati con un colloquio approfondito con uno psichiatra)
hanno effetti collaterali come tutti i farmaci. Molti sono comunque ben tollerati e si possono prendere per periodi lunghi senza problemi.

Dott. Gaspare Palmieri
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Specialista in Psichiatria
MODENA (MO)

Ultime risposte di Mente e cervello




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa