BetaSun Gold

17 giugno 2021

BetaSun Gold


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è BetaSun Gold


BetaSun Gold è un integratore appartenente alla categoria "Integratori solari". E' commercializzato in Italia dall'azienda Bios Line S.p.A.

Confezioni e formulazioni di BetaSun Gold disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di BetaSun Gold disponibili in commercio per accedere alla singola scheda e visualizzare il prezzo:

A cosa serve BetaSun Gold e perchè si usa


L'utilizzo del prodotto può essere indicato in caso di esposizione prolungata ai raggi solari, situazione che favorisce la produzione di radicali liberi.

Indicazioni: come usare BetaSun Gold, posologia, dosi e modo d'uso


1 o 2 capsule al giorno, durante o dopo i pasti. Per preparare la pelle al sole si può iniziare a utilizzare BetaSun Gold un mese prima di esporsi al sole in caso di fototipi scuri e almeno due mesi prima se il proprio fototipo è chiaro.

Descrizione e caratteristiche di BetaSun Gold


BetaSun Gold è un integratore alimentare di Betacarotene, Licopene, Vitamina E, Acido Pantotenico, Tirosina e Rame. Il Rame contribuisce alla normale pigmentazione della pelle mentre la Vitamina E alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo indotto dai radicali liberi. Il Betacarotene è un carotenoide naturale che il nostro organismo converte in vitamina A, la quale contribuisce a mantenere una pelle normale.

Ingredienti


Betacarotene, licopene, vitamina E, acido pantotenico, tirosina, rame e macerato oleoso di carota.

Senza glutine.

Avvertenze e conservazione


BetaSun non sostituisce i prodotti solari con protezione UV.


Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci e integratori:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Disturbi digestivi ed epatobiliari, proprietà del Boldo
Farmaci e cure
06 giugno 2021
Notizie e aggiornamenti
Disturbi digestivi ed epatobiliari, proprietà del Boldo
I Big Data a favore della salute
Farmaci e cure
24 maggio 2021
Notizie e aggiornamenti
I Big Data a favore della salute