Mangiare mediterraneo per prevenire il diabete

29 aprile 2014
News

Mangiare mediterraneo per prevenire il diabete


dieta mediterranea; diabete

Tanta frutta e verdura, legumi, cereali non raffinati, olio di oliva, noci e pesce. Davvero niente male la ricetta anti-diabete proposta da un gruppo di ricerca greco al congresso annuale dell'American College of Cardiology di Washington DC, negli Stati Uniti. «Seguire la dieta Mediterranea porta grandi benefici per la salute, anche a quella delle persone più a rischio, e può aiutare a prevenire il diabete» spiega Demosthenes Panagiotakos, della Harokopio university di Atene e principale autore della ricerca.

Analizzando infatti i dati di 19 studi - oltre 162.000 persone di diversi Paesi, seguite in media per 5,5 anni - Panagiotakose colleghi sono arrivati a una conclusione molto importante tenendo conto del fatto che nel mondo il numero di casi diabete è raddoppiato negli ultimi 30 anni.
«Rispetto ad altri regimi alimentari, la dieta Mediterranea riduce il rischio di diabete del 21 per cento» chiarisce l'autore, che poi aggiunge: «E il rischio si riduce ancora di più - del 27 per cento - nelle persone con un rischio cardiovascolare più alto».

Questi risultati sono validi per tutti, anche per chi non vive in un Paese che si affaccia sul Mediterraneo. «Gli studi che abbiamo analizzato coinvolgevano europei e non europei» afferma Panagiotakos, sottolineando l'importanza di questo dato che potrebbe sembrare poco rilevante ai non addetti ai lavori.

In genere infatti quando si valutano gli effetti della dieta Mediterranea si prendono in considerazione solo persone di origine europea e questo ha sempre fatto sorgere dubbi sui dati ottenuti: in questi casi infatti i risultati potrebbero essere influenzati da fattori che vanno al di là di ciò che si mette nel piatto, come per esempio le caratteristiche genetiche, l'ambiente o lo stile di vita. «Dobbiamo fare qualcosa contro la crescente epidemia di diabete, legata all'altrettanto preoccupante aumento dell'obesità, e i risultati di questo studio dimostrano che modificare le nostre abitudini alimentari potrebbe essere un trattamento efficace» conclude l'autore.




Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube